Mourinho Roma, idea possibile: i perché di una pista “tutta portoghese”

Mourinho Roma
José Mourinho (GettyImages)

Mourinho Roma, una idea che potrebbe prendere campo. Ci sarebbero i presupposti, ma l’ingaggio resta proibitivo. 

Tre esoneri di fila e una carriera che ha bisogno di essere rilanciata. Quella di José Mourinho, che ha detto addio al Tottenham dopo una stagione che non ha rispettato le attese. Lo score dello Special One agli Spurs ha convinto il presidente Levy a detronizzare uno tecnico dalle indubbie capacità, ma anche dal passato recente pieno di fallimenti. I motivi dei problemi al Tottenham, ma anche al Manchester United, sono evidenti. Mou anche a Londra ha pagato i continui dissapori con la squadra, che non sembrava più seguirlo. Al contrario però, come accaduto all’Inter, quando ha potuto scegliere le pedine per il suo progetto, ha sempre vinto.

Ecco perché resta un tecnico che ha molto mercato. Piace ancora a Florentino Perez, non è mai stato dimenticato dai tifosi nerazzurri, e non farà fatica a trovare una panchina. Mourinho potrebbe però essere anche una idea per la Roma. Una pista tutta portoghese, che ha pro e contro, ma che sarebbe percorribile per diversi motivi.

Leggi anche: Mourinho già scalpita dopo l’esonero: “Non mi serve una vacanza”

Mourinho Roma, i pro e i contro di una idea che potrebbe nascere

mourinho Roma
José Mourinho, la Roma potrebbe ragionare su un suo ingaggio (Getty Images)

Ecco quindi che anche la Roma potrebbe sondare il terreno per José Mourinho. Non c’è una vera trattativa, nonostante alcuni rumors raccontano di contatti. L’idea però potrebbe essere percorribile, ed i motivi sono presto detti. Il tecnico è portoghese, come Tiago Pinto. “L’uomo nuovo della Roma” ha potere decisionale, e al Benfica fu a stretto contatto con Jorge Mendes, procuratore dello Special One. Nessuna amicizia, come raccontarono molti tabloid portoghesi, ma tanti collegamenti prettamente sportivi e societari. L’esperienza alla Roma potrebbe essere inoltre un trampolino per rilanciare Mourinho, che nell’ambiziosa e umorale piazza capitolina, potrebbe trovare l’ambiente giusto, e non avrebbe l’assillo di vincere immediatamente. In giallorosso c’è inoltre aria di rivoluzione, e molte pedine potrebbero essere cambiate, dando possibilità a Mou di scegliere i suoi uomini.

Tanti segnali, ma anche punti interrogativi, legati in primis allo stipendio dello Special One, altissimo per il budget dei giallorossi. La seconda potrebbe essere legata alla volontà di tentare di avviare un progetto “più italiano”, dopo le difficoltà incontrate con i tecnici stranieri. La terza, più importante, è relativa ad una qualificazione in Europa lontana, a meno di una vittoria in Coppa che potrebbe però valere la riconferma a Fonseca. Tanti nodi che potrebbero frenare o accelerare un’eventuale trattativa. Di sicuro però, fra le tante squadre che tenteranno Mourinho, la Roma potrebbe farsi largo, e almeno sondare il terreno con un allenatore che proprio in Italia ha vissuto la sua stagione migliore.