Lazio Milan 3-0, c’è il caso Donnarumma: “Zero rispetto!”- VIDEO

donnarumma juventus
Gigio Donnarumma portiere del Milan (Getty Images)

Lazio Milan è la gara che reinserisce i biancocelesti nella corsa alla Champions, e che al contempo getta il Milan al quinto posto in classifica. Biancocelesti padroni del campo, Pioli recrimina nel post gara e Donnarumma bersagliato dai social.

Lazio-Milan, Donnarumma ‘beccato – Non è stata di certo una trasferta felice per il Milan. A Roma i rossoneri cadono per 3-0 sotto i colpi di super Correa (doppietta) e Immobile (quarto gol in tre partite). Il Diavolo scivola così al quinto posto in classifica, cadendo di tre posizioni rispetto a come aveva iniziato il weekend. Nel giro di appena due punti ci sono 4 squadre (dall’Atalanta appunto al Milan), con la truppa di Inzaghi che vincendo il recupero del prossimo 18 maggio potrebbe rosicchiare ulteriore terreno.

Nel post gara mister Pioli recrimina per il secondo gol della Lazio, viziato da un fallo di Leiva su Calhanoglu non sanzionato dall’arbitro Orsato. Gran parte dell’attenzione dei tifosi è però rivolta verso Donnarumma, protagonista nel finale di partita di un episodio che non è sfuggito ai supporters rossoneri. Al momento dello scambio di maglie con Reina, infatti, il portiere del Milan si è lasciato andare a una risata non digerita da tanti utenti.

Leggi anche–> Milan, c’è la maglia della prossima stagione

Subito sui social si è scatenata la polemica dei tifosi del Diavolo, incentivati dalla situazione contrattuale del portiere campano, che pare intenzionato ormai a lasciare il club al termine della stagione.

Lazio Milan, Donnarumma bersagliato: “Non gli frega niente”

La rivolta social dei tifosi rossoneri è esplosa pochi secondi dopo il triplice fischio finale. Al momento dello scambio delle magliette con Reina, Gigio si è lasciato andare a una vistosa risata che non è stata digerita da molti utenti. “Cosa si ride?!” si chiede qualcuno, “Non gliene frega più niente del Milan” affermano altri: sintomo di un’insofferenza crescente nei confronti del portiere della Nazionale, della sua situazione contrattuale e di riflesso anche verso Mino Raiola.

Insomma, non proprio sereno e disteso il clima attorno al Milan forse nel momento più difficile di una stagione che, fino a due mesi fa, sembrava poter promettere una lotta per lo scudetto fino all’ultimo punto. Ora per Pioli, e per i suoi uomini, il momento della verità.