Simeone, il compleanno all’Atletico non si festeggia: il momento è difficile

simeone atletico
Diego Simeone allenatore dell'Atletico Madrid (Getty Images)

Diego Simeone fa 50 anni, ma i festeggiamenti sono in formato ridotto visto il brutto periodo che sta affrontando con l’Atletico.

50 anni oggi per Diego Pablo Simeone, allenatore dell’Atletico Madrid. Con i colchoneros ha un rapporto lunghissimo, che quest’anno ha fatto 10 anni. Ci sono già stati momenti duri e difficili, ma la situazione attuale è molto complicata.

La squadra del tecnico argentino, infatti, dopo una grande prima parte di stagione sembra essersi fermata, e in particolare dal mese di febbraio, fatica a trovare continuità nelle vittorie e nel gioco. Ad aprile, sembrava che con i tre punti ottenuti contro Eibar e Huesca, la crisi fosse alle spalle, ma poi c’è stata la sconfitta di domenica scorsa con l’Athletic Bilbao, che ha fatto ricadere il club nella situazione complicata di classifica.

Simeone e l’Atletico, ora, sono giunti a un bivio. La probabilità di perdere un titolo che sembrava già proprio a gennaio, può far rompere definitivamente e irrimediabilmente i rapporti tra il tecnico e il club, ponendo fine alla relazione che dura da 10 anni.

Leggi anche >>> Atletico Madrid, la Liga è a rischio e Joao Felix un caso

Leggi anche >>> Calcio e videogiochi, un connubio perfetto: altro accordo tra i due mondi

Simeone, una carriera tra coppe e gol alla Juve

simeone lazio
Diego Simeone con la Lazio esulta dopo il gol al Vicenza (Getty Images)

Il 50esimo compleanno di Simeone, forse, potrebbe essere l’ultimo festeggiato alla guida dell’Atletico Madrid. Certamente di lui ci sono diverse curiosità da poter ricordare, per rinnovarne l’aura di legame profondo e vero con il calcio.

Innanzitutto, il tecnico argentino è stato il primo non europeo, a vincere l’Europa League/Coppa Uefa, cosa che gli è riuscita nel 2012 proprio alla guida dei colchoneros. Inoltre, questo gli è riuscito pure da giocatore, terzo in assoluto a farlo nel doppio ruolo dopo Zoff e Huub Stevens.

Ancora, Simeone pare avere una particolare predilezione per la Juventus, poiché quando ha incontrato i bianconeri, ha spesso fatto gol. I primi due, risalgono alla stagione 1990, quando con il Pisa segnò contro i rivali sia all’andata che al ritorno. Poi, i tifosi biancocelesti non possono dimenticare il gol dell’1-0 nella stagione 1999/2000, in cui la Lazio divenne campione d’Italia battendo in volata proprio la Juventus.

L’avventura di Diego Simeone sulla panchina dell’Atletico Madrid, dunque, è in forse. Decisivo, sarà il finale di stagione con le prime quattro squadra della Liga, che si trovano in appena 3 punti. Vedremo, se ancora una volta, i colchoneros verranno fuori alla grande da una situazione complicata.