Atletico Madrid, la Liga è a rischio e Joao Felix un caso

Atletico Madrid Simeone Joao felix
Diego Pablo Simeone, allenatore dell'Atletico Madrid (Getty Images)

L’Atletico Madrid perde a Bilbao e rischia il sorpasso dal Barcellona, che ha una partita in meno: Joao Felix è sempre più un caso.

Brutta battuta d’arresto per Simeone, che incassa una sconfitta pesante al San Mamés. L’Athletic Bilbao è passato in vantaggio con l’ex Torino Berenguer, ha incassato il gran gol del pari di Savic, altra vecchia conoscenza della Serie A, e nel finale ha avuto la meglio sui Colchoneros, che potrebbero aver incassato una sconfitta decisiva per il futuro nella Liga. Il primato dei biancorossi non è mai stato così fragile, e il Barcellona, che ha una partita in meno della capolista, potrebbe operare il sorpasso.

Simeone paga lo scarso stato di forma di alcuni elementi che hanno fatto la differenza nella prima parte della stagione. La chiave della flessione dell’Atletico Madrid è tutta nei cambi che l’allenatore ha effettuato al San Mamés, e soprattutto in Joao Felix. Il portoghese ieri è entrato in campo solo a 25 minuti dalla fine, insieme a Suarez e Lemar, e l’intenzione di Simeone era di lucidare le armi migliori per trovare i tre punti.

Tutti e tre i calciatori erano infatti partiti dalla panchina a causa di un periodo di scarsa forma, che ha costretto Simeone ha rinunciare all’attacco titolare dal primo minuto. E’ servito a poco, perché nessuno ha dato alla squadra il cambio di passo, e Joao Felix ha offerto l’ennesima prova incolore di una stagione difficile con la maglia dell’Atletico Madrid.

Leggi anche: Calciomercato Milan, rebus Calhanoglu: il sostituto arriva dal Tottenham

Joao Felix è un caso: l’Atletico Madrid ha un problema da 127 milioni

Atletico Madrid Joao Felix
Joao Felix, talento dell’Atletico Madrid (Getty Images)

Talento indiscutibile e futuro luminoso. Joao Felix è uno dei migliori calciatori in giro per l’Europa, ma la sua stagione all’Atletico Madrid non convince il club. I numeri testimoniano le difficoltà del portoghese, prelevato per circa 127 milioni e subito capace di far compiere il salto di qualità alla squadra. Quest’anno però il suo rendimento è in forte calo, e Simeone in più occasioni lo ha relegato in panchina.

https://twitter.com/15rmd5/status/1386320972500725763

I numeri testimoniano l’involuzione dell’attaccante. Nella Liga in 26 presenze il portoghese è andato a bersaglio solo 7 volte, e in Champions in 8 occasioni ha collezionato 3 gol. Solo 10 centri in totale per un calciatore strapagato dall’Atletico Madrid, mai contraccambiato del tutto dall’investimento che è fra i 10 più onerosi nella storia del calcio.

Il suo rendimento ha condizionato il cammino dei Colchoneros, che ora rischiano anche il primo posto in campionato. I tifosi intanto sono divisi sul futuro del portoghese, che ascolta le sirene in arrivo dall’Inghilterra. Le voci su un possibile interessamento del Manchester City sono insistenti, e Simeone riflette. Vendere un calciatore che non ha inciso in questa stagione per affondare un altro colpo, o rischiare di rimpiangere uno degli attaccanti più talentuosi al mondo? La prossima estate potrebbe riservare sorprese e un’altra trattativa record.