Tre per un titolo: Psg, una beffa finale?

Psg deluso - Getty Images
Il Psg dopo la sconfitta in Champions deve puntare alla Ligue 1 - Getty Images

Tre per un titolo: la Ligue 1 ormai ha eliminato una pretendente, ma il Psg è ancora in buona e temibile compagnia. Un campionato francese sempre incerto per tutti.

È il torneo per le sorprese, ora sono rimaste in tre per un titolo di Ligue 1. E sono squadre che non mollano, nonostante tutto. Sicuramente la media punti non è stata altissima, ma il campionato nelle sue trentaquattro giornate disputate sinora ha viaggiato con grande equilibrio.

La classifica, del resto, è molto evidente. Il Lille ha 73 punti, è prima ed è la squadra che è stata spesso lepre in questo torneo. Il Psg a quota 72 ha spesso snobbato il campionato ed ora è costretto a dover rimediare. Il Monaco con 71 punti vuole mantenere il posto Champions e vivrà gli ultimi assalti senza pensieri.

Proprio i monegaschi sono la squadra più in forma del torneo. Trascinati da Stevan Jovetic, hanno cambiato marcia nel girone di ritorno diventando così una squadra davvero temibile. Mentre il Lille, al contempo, è reduce dalla grande impresa di Lione. Sotto di due gol, il Lille ha vinto per 3-2 con rete decisiva di Yilmaz. Il turco è il leader della compagine di Galtier, ora restano altre quattro partite per vincere una storica Ligue 1.

Ma sono in tre per un titolo, quindi occhio a tutte le variabili.

Sorprese, emozioni e … delusioni in Ligue 1

Mbappe rabbuiato - Getty Images
In tre per un titolo, ma solo il Psg ha il capocannoniere, ovvero Mbappe – Getty Images

In effetti del Lille sorprende la capacità di essere fredda e glaciale. Contro il Lione, in effetti, era uno scontro diretto importante, con i padroni di casa quarti a 67 punti che potevano reinserirsi nella corsa al vertice. Ma in tre per un titolo non sono lì per caso, il Lille sta avanzando il suo gioco soprattutto con la consapevolezza dei propri talenti.

Uno in particolare è diretto verso l’Italia, ovvero il portiere Maignan (che contro il Lione non ha fatto sfracelli), ma vanno monitorati altri giovani nella rosa sicuramente importanti, uno su tutti Renato Sanches, maturo finalmente al punto giusto.

Lilla che giocherà contro il Nizza alle 21, mentre il Psg affronterà il Lens due ore prima. Nel Psg c’è l’idiosincrasia di molti al campionato, Neymar da quando è a Parigi ha giocato il 50% circa delle gare francesi. Mbappè, invece, pur con i 25 gol stagionali è in attesa di un ulteriore scintilla, chissà che le motivazioni europee non siano un volano anche per il finale di stagione in campionato. Ma Pochettino questo pomeriggio farà turnover, se lo può permettere (forse…).

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> In questo fallo tutto il nervosismo dei parigini

In tutto ciò, il Monaco può sfruttare l’effetto sbandata del Lione e rimanere sempre attaccata al treno. Domani in scena alle 21 la sfida tra Depay (18 gol) e Ben Yedder (17 gol con i monegaschi): vale la visione in prima serata.