Lazio servono rinforzi: non bastano i titolarissimi

Acerbi vs ounas - Getty images
Acerbi, la sua assenza contro il Genoa si è fatta sentire - Getty Images

Alla Lazio servono rinforzi, soprattutto nelle vie centrali. Lotito e Tare all’opera per rimpinguare una rosa che ha bisogno di tasselli necessari per il prossimo anno.

I tifosi laziali sono spesso consapevoli di come il mercato sia poco gramo di soddisfazioni. Proprio per questo, alla Lazio servono rinforzi e non bisogna avere il braccio corto in sede di acquisti. Soprattutto, è il campionato poi a rivelare i bug di questa squadra, che spesso va a giocare partite importanti senza uomini chiavi e senza averne nemmeno i ricambi al momento giusto.

Così alla Lazio servono rinforzi, guardando all’organico attuale servono almeno altri tre-quattro elementi che possano farsi trovare sempre pronti. In particolare, guardando alla difesa non c’è un vice Acerbi, un elemento che possa sostituire il centrale della Nazionale italiana senza grossi patemi. E non è nemmeno facile trovarlo, perché il ruolo è sempre delicato e dall’estero sono arrivati spesso elementi poco consoni. Pensare a Novaretti o a Mauricio (forse il giocatore più inadatto degli ultimi tempi) mette i brividi ai laziali, ma anche Hoedt e Musacchio non sono dei centrali cui affidare un reparto. Se la Lazio ha preso, tra Benevento e Genoa, sei gol in casa un motivo ci sarà.

Acquistato già un ragazzo, il giovane classe 2000 Kamenovic per tre milioni di euro, serve però un elemento esperto del nostro torneo. Le voci si rincorrono, Mustafi potrebbe essere quella ideale in quanto già retrocesso con lo Schalke 04. Un’operazione (quasi) low cost e non impossibile da imbastire.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Le ultimissime sul fronte stadio

Ferrari, Ricci e Schouten: a chi dona di più il biancazzurro?

contrasto Lazio - getty images
Alla Lazio servono rinforzi, necessariamente un vice Lucas Leiva – Getty Images

Mustafi sarebbe ideale perché ha esperienza e conosce la Serie A, Ferrari del Sassuolo non dispiace nemmeno per la sua versatilità. Ha campionati alle spalle, conosce la difesa a tre e a quattro, può dare un valido contributo. Resta da convincere il Sassuolo, ci sono buoni rapporti ma non vende calciatori a prezzo scontato.

Anche perché non ha nemmeno fretta di vendere, il ritorno di Marchizza dallo Spezia mette i neroverdi in un momento di assoluta tranquillità. Così serve un primo centrale di difesa, due sarebbe meglio perché alla Lazio servono rinforzi già rodati e non seconde scelte.

Questo vale anche per il centrocampo, dove manca un vice Lucas Leiva. Storia vecchia quella del regista… di riserva. Di Gennaro qualche anno fa fu impiegato pochissimo, Badelj non prese mai le misure per bene dell’Olimpico. Considerando anche l’età non troppo verde di Parolo e l’avanzamento di Pereira, c’è bisogno di un altro elemento polivalente.

In questo caso occhi puntati su Ricci dello Spezia, convocato da Roberto Mancini in Nazionale e con una quotazione sui dieci milioni. Un sondaggio è stato fatto anche per Schuoten, al Bologna è maturato, fosse solo più continuo sarebbe sul taccuino di tutte le big europee. Anche in questo caso, si parte dai dieci milioni per convincere i felsinei alla cessione.