Mourinho alla Roma: la reazione di Fonseca

Fonseca commenta Mourinho alla Roma
Paulo Fonseca (fonte foto Getty Images)

L’arrivo di Mourinho alla Roma ha stupito tutti, anche Paulo Fonseca: la confessione del tecnico giallorosso uscente in conferenza stampa.

Il 5 maggio è finita ufficiosamente la storia di Paulo Fonseca alla Roma. Il tecnico lusitano sarà sostituito tra poche settimane da un suo grande connazionale: José Mourinho. Un passaggio di consegne tutto portoghese che ha incendiato la piazza giallorossa, e che è stato commentato dallo stesso Fonseca nella conferenza stampa della vigilia di Roma-Manchester United, ritorno delle semifinali di Europa League.

A poche ore da una partita così importante, nella Capitale non si parla d’altro che dell’arrivo dello Special One. Inevitabile chiedere dunque un commento al tecnico giallorosso, che ha spiazzato tutti con delle dichiarazioni molto significative.

Fonseca promuove Mourinho alla Roma

José Mourinho
José Mourinho, nuovo allenatore della Roma (fonte foto Getty Images)

Senza nascondere un pizzico di rammarico per la conclusione di un’avventura iniziata con ben altre aspettative, Fonseca ha voluto mostrare pubblicamente tutta la sua stima per Mourinho, con parole che non lasciano spazio a incomprensioni: “Lui è il miglior allenatore della storia“. Anche per questo motivo, non può che augurargli di fare anche a Roma un grande lavoro, come già accaduto in altri top club in cui ha allenato.

Leggi anche -> Addio Fonseca, i momenti top e flop con la Roma

Se proprio divorzio doveva essere, ritrovarsi sostituiti da un nome così importante non può che rendere meno dolorosa la separazione. D’altronde, ammette Fonseca, ormai era inevitabile terminare la sua permanenza in giallorosso, a prescindere dal suo sostituto e a prescindere dai risultati che arriveranno in questo finale di stagione.
Sono sincero, penso che fosse arrivato il tempo di separarsi, di seguire delle strade diverse“, ha confessato l’allenatore, sottolineando come quella presa dalla società sia una scelta normale. Resta da capire quale sarà il suo futuro adesso. Ma non è questo il momento per pensarci. L’allenatore resta focalizzato infatti sul presente e promette ai tifosi: “Per me la professionalità è un valore sacro. Sono motivato come il primo giorno che sono arrivato, e punto a fare il meglio per la Roma. E sarà così fino all’ultimo giorno in giallorosso“.