Juventus, McKennie diventa cedibile: Paratici fa il prezzo

Getty Images

Era arrivato lo scorso settembre un po’ sotto traccia alla Juventus Weston McKennie. Complice la giovane età, complice la sua non grande esperienza internazionale, il centrocampista statunitense era entrato in punta di piedi nell’ambiente bianconero. Ci ha messo poco a convincere delle sue qualità, ma il suo futuro rimane incerto.

Arrivato dallo Schalke in prestito con diritto, poi esercitato, di riscatto, Weston McKennie non ci ha messo molto a mostrare le sue doti e qualità con la maglia della Juventus. Complici anche le non molte aspettative che c’erano sul giocatore statunitense, il centrocampista è riuscito a sorprendere la critica e gli scettici, tanto che specialmente nella prima parte della stagione è spesso risultato tra i migliori dei suoi quando utilizzato.

Ci ha messo pochi mesi per diventare lo statunitense con più gol in Serie A. Non che ci volesse molto, dato che il primato era dell’ex Roma Bradley con 4 centri, ma Weston McKennie ha dimostrato di possedere qualità dinamiche, tecniche e tattiche che lo rendono unico nel centrocampo di Pirlo. Nelle ultime settimane anche lui, così come del resto molti dei suoi compagni, è venuto meno ma nella mediana bianconera è uno dei pochi a salvarsi.

Leggi anche–> Juventus, beffa Locatelli: lo vuole un top club 

Nonostante ciò, o anche per questo, McKennie è considerato tra i cedibili in casa Juventus in caso di arrivo di una buona offerta. Riscattato per poco meno di 20 milioni di euro poche settimane fa, se entro il 30 giugno (quando si chiuderà il bilancio societario) dovesse arrivare un’offerta importante (dai 30 milioni in su) allora Paratici potrebbe decidere di sacrificarlo sull’altare dei conti. Il giocatore piace in Premier League, e non è detto che qualche club non ci provi da qui alle prossime settimane.

Oltre a lui, anche Demiral (valutazione 35/40 milioni) in caso di offerta favorevole potrebbe lasciare Torino. Anche il turco piace ai club britannici.

Juventus, non solo McKennie: rivoluzione centrocampo

I primi indiziati a partire sono ovviamente Ramsey e Rabiot, giocatori che in due anni di Juventus hanno decisamente deluso le aspettative. In bilico anche Bentancur, mentre ad Arthur potrebbe essere data un’altra possibilità data soprattutto la cifra spesa dai bianconeri per portarlo a Torino. Per la linea mediana, insomma, si prevede una vera e propria rivoluzione la prossima estate.