La Serie A è ferma: le ultime cinque stagioni mostrano il bluff all’italiana

Muller
Muller (GettyImages)

La classifica delle ultime cinque stagioni conferma il bluff della Serie A. Poco competitiva e poco appetibile.

La Serie A è ferma, immobile, da cinque stagioni a questa parte soltanto sette squadre si sono alternate tra le prime sei posizioni. Di conseguenza, ne viene che il discorso primato e piazzamento in Champions League ed Europa League è un discorso che si gioca sempre tra gli stessi protagonisti. La Serie A rappresenta insomma un vero e proprio bluff, mai una sorpresa mai una “piccola” o media se cosi si può dire che tenti l’arrampicata sociale.

Il bluff della Serie A mostra l’immagine di una competizione per pochi, una competizione che se consideriamo la Juventus vincitrice delle ultime nove edizioni del torneo, relega il confronto tra le altre sei esclusivamente al piazzamento Champions ed Europa League. Quest’anno la sorpresa, più o meno scontata Inter, ma nelle passate quattro stagioni, il copione recitato dal vertice di classifica ha seguito sempre e soltanto la stessa tendenza.

Leggi anche >>> Esonero Pirlo, furia social dei tifosi: Hai rovinato la Juve

Leggi anche >>> Calciomercato Milan, priorità alla difesa: l’ostacolo si chiama Chelsea

La Serie A è ferma: le piccole all’esclusivo servizio delle squadre di vertice, il bluff è servito

Sassuolo
Sassuolo (GettyImages)

Juventus, Inter, Milan, Napoli, Lazio, Roma, Atalanta, queste le sette squadre, che nelle ultime cinque stagioni hanno occupato le prime sei posizioni della Serie A. Un bluff se si pensa che mai una delle squadre che restano abbia tentato negli ultimi cinque anni di attrezzarsi tecnicamente per competere per le prime sei posizioni. Inoltre, va sottolineato come le squadre italiane siano del tutto assenti dagli elenchi delle vincitrici di tornei continentali degli ultimi cinque e più anni. Dai tempi di Mourinho all’Inter, un’italiana non alza al cielo un trofeo europeo.

Viene da se immaginare quanto poco competitivo possa essere il nostro campionato. La Serie A è una corsa per pochi e tutte le altre pseudo satelliti tra interessi e briciole utili per la permanenza nella massima serie. Le altre nemmeno provano ad essere competitive per più di mezza stagione, la sfuriata vedi Sassuolo, Fiorentina, Verona, negli ultimi anni, dura pochi mesi poi giù a guardare cosa succede intorno a se. Cos’altro se non un sottile e poco elegante bluff?