Romelu Lukaku, i segreti della sua dieta: così ha conquistato la Serie A

dieta romelu lukaku
La dieta di Romelu Lukaku (Gettyimages)

Il segreto dei tanti gol di Romelu Lukaku sta nella sua dieta: da quando è arrivato in Italia è diventato più esplosivo, merito del cibo e dello stile di vita sano. Ecco cosa mangia l’attaccante dell’Inter. 

Quasi cinquanta reti in due stagioni di Serie A. Un bottino niente male per un attaccante criticato per la sua poca freddezza sotto porta. In Italia ha trovato pane per i suoi denti e sta facendo la sua fortuna tra i vari campi del campionato italiano. Romelu Lukaku è il protagonista dell’Inter da due anni a questa parte, artefice della vittoria dello scudetto e gran parte dei meriti vanno anche alla sua dieta, cambiata radicalmente da quando ha lasciato l’Inghilterra.

Infatti, lo stesso bomber belga ha ammesso che durante la permanenza in Premier League era in sovrappeso, ma arrivato al club nerazzurro ha cominciato un percorso che gli ha permesso di avere un fisico asciutto e performante. In un’intervista ai canali ufficiali dell’Inter, Lukaku ha parlato della sua alimentazione e dei cibi che mangia quotidianamente, pre e post partita. Così è riuscito a diventare il cannoniere della Beneamata e a vincere il suo primo titolo italiano.

Leggi anche >>> Calcio vegetariano: i calciatori vegani e la squadra a emissioni 0

Lukaku e la sua dieta: “Mangio molta insalata, pollo e pesce”

Lukaku hakimi
Lukaku e la sua dieta (Getty Images)

Il centravanti dell’Inter ha affermato che da quando è arrivato in Italia, il suo fisico risponde meglio, è più esplosivo. Gran parte dei meriti vanno all’alimentazione che segue rigorosamente per mantenere alto il livello di performance. Romelu Lukaku ha svelato la sua dieta quotidiana: “Mangio molta insalata, petto di pollo, shirataki ed il pesce, che ha un’ottimo effetto su di me“.

Leggi anche >>> Juve-Inter, Ronaldo vs Lukaku in campo e fuori: che parco macchine

L’attaccante nerazzurro non mangia molta pasta e preferisce gli spaghetti tipici del Giappone. Ma un atleta deve assumere anche carboidrati durante il giorno: “Mi piacciono le patate dolci ed il riso nero – poi ha aggiunto – al termine delle partite mangio anche due pacchi di gnocchi, perché entrano nel metabolismo molto velocemente“.

Il segreto è anche l’acqua: “Reidratarsi è molto importante, soprattutto prima delle partite – e ancora – Prima dei match posso sgarrare con i carboidrati, ma è fondamentale riposarsi, soprattutto con il passare degli anni“.