Calhanoglu Milan sarà addio? Il contratto scade il 30 giugno

Calhanoglu
Calhanoglu (GettyImages)

Il Milan e Calhanoglu vero l’addio. Il tempo per discutere dell’eventuale rinnovo di contratto sta per scadere.

Il contratto scadrà il 30 gugno, ma al momento il Milan e Hakan Calhanoglu non hanno ancora trovato una intesa per il futuro. Intesa che a questo punto potrebbe non arrivare più. Il calciatore sembra essere stuzzicato da alcune possibili destinazioni e parrebbe poco propenso ad accettare un rinnovo di contratto con il Milan, che dopo Donnarumma perderebbe un altro prezioso tassello di quel mosaico che quest’anno l’ha portato al comando della classifica per metà stagione.

Nemmeno i soldi promessi dal Qatar, dall’Al-Duhail, ex squadra di Mario Mandzukic, sembrano smuovere il trequartista trucco, orientato ad accettare tutt’altro tipo di proposte. I soldi, per il momento, possono aspettare, sembra dire Calhanoglu, ora è il momento di giocare a calcio. In mezzo c’è un Europeo che tra qualche giorno aprirà i battenti. Dopo, con molta probabilità si farà maggiore chiarezza circa la situazione del numero 10 rossonero.

Leggi anche >>> Milan Maignan, origini e record del portiere che rifiuta i social

Leggi anche >>> Calciomercato Milan, un big saluta: addio ufficiale al club

Calhanoglu Milan sarà addio? Juventus e Liverpool alla finestra

Calhanoglu
Calhanoglu (GettyImages)

A questo punto le intenzioni di Calhanoglu sono tutte proiettate sull’Europeo e sulla possibilità di giocare una grande competizione con la sua nazionale. Al momento, questo è quello che maggiormente importa per il calciatore. Al suo ritorno, ma anche, non è detto, si discuterà di eventuali destinazioni. Il Milan sembra rappresentare ormai il passato sarà addio, mentre alla Juventus, scelta gradita dal calciatore, non si conoscono ancora, i piani tecnici del dopo Paratici. Altra squadra che potrebbe essere interessata al calciatore è poi il Liverpool, ma si tratta di voci.

Calhanoglu potrebbe rappresentare a breve il passato del Milan, insieme a Donnarumma, il passato di una squadra che secondo molti non ha saputo guardare al futuro, non ha saputo preservare il patrimonio che cresceva in casa propria. L’addio sembra a questo punto essere scontato, ma fino a quando non ci saranno notizie ufficiali, chiaramente non si potrà parlare di ex calciatore rossonero. Il futuro, insomma, è ancora tutto da scrivere.