Champions, Guardiola: gesto inaspettato durante la premiazione – Foto

pep guardiola champions league
Pep Guardiola (GettyImages)

Pep Guardiola sorprende tutti durante la premiazione della Champions League: il gesto inaspettato immortalato da tv e fotografi. 

Una finale prevede un vincitore ed un vinto. E’ la regola ed è il bello di una competizione. Lo sport funziona con questo dogma unico ed inequivocabile. Lo sanno bene i giocatori del Manchester City, artefici di una stagione pazzesca: Campioni d’Inghilterra, Campioni della Coppa di Lega e finalisti in Champions League. Per la prima volta nella storia, il club ha agguantato l’atto finale del torneo più affascinante d’Europa, dopo anni di sacrifici ed investimenti, gloria in patria e delusioni fuori dai confini britannici. E qualcosa nei novanta minuti è andato storto.

La squadra di Guardiola si è dovuta arrendere in finale di Champions contro un Chelsea più cinico e anche più in palla. L’allenatore spagnolo avrebbe potuto vincere il suo terzo trofeo – dopo i due trionfi con il Barcellona – l’ultimo proprio dieci anni fa. Ma alla fine ha dovuto accettare la sconfitta e l’ha fatto in un modo che ha sorpreso tutti.

Leggi anche >>> Champions, vince il Chelsea degli “italiani”: quanti ex Serie A

Guardiola bacia la medaglia della Champions League – Foto

guardiola medaglia champions league
Guardiola bacia la medaglia della Champions League (GettyImages)

Pep Guardiola è uno degli uomini più sportivi del pianeta e l’ha dimostrato anche durante la premiazione della finale di Champions League. Solitamente, i perdenti “non accettano” di salire sulla pedana e ricevere le congratulazioni dei dirigenti. Rabbia, frustrazione e rammarico pervadono gli animi degli sconfitti. Ma Guardiola, invece, con il bacio alla sua medaglia d’argento fa capire quanti sacrifici ci sono voluti per arrivare fino in fondo. Un bacio amaro, amarissimo, che però ricorderà per sempre. Non vorrà certo riempire la bacheca di secondi posti e medaglie grigie.

 

Il tecnico del Manchester City dovrà ripartire proprio da qui. Per la prossima edizione della Champions League sarà più agguerrito che mai.