Zhang avvia la demolizione, dalla Cina avviso all’Inter: “Tocca a voi” – FOTO

inter zhang
Zhang con i dirigenti dell'Inter (Getty Images)

Zhang lavora su due fronti, uno con l’Inter e l’altro in patria: la demolizione è pronta, e i tifosi attaccano. Con un messaggio che non lascia ben sperare i sostenitori nerazzurri.

Duro il compito di Simone Inzaghi, che dovrà confermare le ambizioni di una squadra sempre sotto i riflettori per le tante trattative in uscita. Marotta e Ausilio stanno provando a piazzare gli esuberi per evitare sacrifici “sanguinosi” a livello tecnico, nonostante le folli cifre offerte. Un compito delicato, perché snaturare una macchina vincente, portata al traguardo da Conte, sarebbe un delitto sportivo che tifosi e dirigenti provano a scongiurare.

Le notizie in arrivo dalla Cina non fanno però ben sperare. Oltre alla maxi multa incassata da Suning, Zhang ha accantonato momentaneamente l’Inter per completare un progetto di demolizione che ha quasi dell’assurdo. Una storia cancellata in pochi anni e dopo un titolo, che non è servito a ridare slancio ad un progetto ambizioso, tramontato prima ancora di decollare del tutto. Quello dello Jiangsu Suning, che dalle foto in arrivo dall’Oriente, è ormai totalmente cancellato.

Leggi anche: Chi è Filip Kostic, il re degli assist che piace all’Inter

Inter, Zhang in Cina “demolisce” lo Jiangsu”: il messaggio sarcastico che mette paura ai nerazzurri

Le foto in arrivo dalla Cina testimoniano l’incredibile demolizione del centro sportivo dello Jiangsu. Dopo il caos per gli stipendi non pagati, la “cessazione delle attività non rilevanti”, e i tanti attacchi incassati in patria, Suning ha scelto di resettare l’esperienza con il calcio in Cina. L’avveniristico centro sportivo è durato quindi meno di 4 anni. Costruito nel 2017, con l’intenzione di accogliere al meglio i calciatori e lo staff di una squadra ambiziosa, è stato abbattuto per decisione di Zhang nelle ultime ore.

Il tutto dopo un titolo vinto, che lasciava ben sperare per la storia di un club pronto a decollare in Oriente. E invece nelle ultime 24 ore si sono presentate le ruspe, che hanno gettato al suolo le strutture. Sulla pagina dei tifosi dello Jiangsu compare un messaggio poco edificante per i tifosi dell’Inter, che già hanno messo nel mirino Zhang. “Suning sta buttando giù gli edifici del club tre mesi dopo averlo ucciso. Quanti mesi ci vorranno per l’Inter?”. Non un bell’indizio che dalla Cina porta scompiglio a Milano. Le prossime mosse del presidente in Italia daranno la dimensione di quale potrebbe essere il futuro della squadra.