Cristiano Ronaldo non beve Coca-Cola: l’azienda risponde a tono

La Coca-Cola risponde a tono al gesto di Cristiano Ronaldo: il commento dell’azienda dopo il gesto del portoghese in sala stampa. 

Non termina la storia tra Cristiano Ronaldo e la Coca-Cola. Alla vigilia di Ungheria-Portogallo, il calciatore ha allontanato le bottiglie della famosa bevanda gassata. Un gesto che se in un primo momento sembrava suscitare ilarità, è diventato un vero boomerang per l’azienda. Infatti, nel giro di poche ore dall’episodio, il titolo sarebbe crollato in borsa.

Per CR7 solo acqua. Lui stesso, dopo aver allontanato le due bibite analcoliche, ha gridato in sala stampa “Solo acqua“, mostrando la bottiglia tra le mani. Un gesto costato caro, seguito poi da quello di Pogba dopo Francia-Germania con la birra Heineken. Infatti, il francese ha nascosto in conferenza la bibita alcolica, per ragioni culturali.

Ma la Coca-Cola ha voluto rispondere a Cristiano Ronaldo. Infatti, nelle ultime ore un portavoce ha chiarito la posizione della compagnia.

Leggi anche >>> Gli Europei preoccupano l’Inter: le cessioni incombono

Coca-Cola a Cristiano Ronaldo: “Ognuno ha diritto di bere quello che vuole”

Cristiano Ronaldo Portogallo
Cristiano Ronaldo (GettyImages)

Stando a quanto riportato dal quotidiano britannico DailyMail, la Coca-Cola ha risposto a Ronaldo dichiarando che “ognuno ha il diritto di avere delle preferenze“. Insomma, de gustibus. Non tutti hanno gli stessi gusti e ognuno dev’essere libero di scegliere la bevanda preferita. Per questo, non è stato ben digerito dall’azienda il commento del calciatore portoghese.

Inoltre, la compagnia ha sottolineato che i calciatori che si presentano in sala stampa ad EURO 2020 hanno la possibilità di scegliere tra Coca-Cola, Coca-Cola Zero (senza zuccheri) e acqua. E chissà se Ronaldo la prossima volta ripeterà lo stesso gesto in conferenza, o si limiterà a bere acqua senza azzardare nessun commento. Gli Europei sono ancora lunghi, le opportunità di vederlo seduto davanti ad una bottiglia di Coca Cola non mancheranno.