“Vattene, è un disastro”: Ribery lascia la Fiorentina ed è bufera

Ribery lascia la Fiorentina, tifosi ancora contro il club viola. É l’ennesimo passo falso, e la polemica si ingigantisce. Ci sarebbe già l’offerta dall’Italia.

Frank Ribery lascia la Fiorentina. La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno dopo l’annuncio di Italiano. Nelle passate settimane infatti si era paventata la possibilità di un rinnovo per proseguire nell’avventura del francese a Firenze. Così invece non è stato, e due giorni fa i rumors parlavano di una rottura fra l’esterno offensivo e la società. Notizie confermate e ufficializzate oggi. Il club ha infatti confermato l’addio ringraziando l’ex Bayern, e nel pomeriggio dovrebbe arrivare il saluto di Commisso.

Intanto ci sarebbe già la nuova destinazione. Pare infatti che la Sampdoria abbia sondato il terreno per provare a regalare un campione al pubblico blucerchiato. Lippi avrebbe provato ad intavolare una trattativa con la Lazio, che resta tiepida, mentre il Monza farebbe carte false per averlo. Difficile che il francese possa scendere in Serie B, e quindi si fa largo l’opportunità di tentare l’avvicinamento con Ferrero, che ci penserebbe sul serio. In attesa di capire quale sia il suo futuro, a Firenze è già bufera. Nel mirino un solo uomo.

Leggi anche: Belgio-Italia, giallo De Bruyne-Hazard: le ultime dal ritiro

Ribery lascia la Fiorentina, Commisso nella bufera: “Adesso basta”. Ma c’è anche chi sta col club.

Ribery lascia la Fiorentina dopo due anni. Un addio che lascerà un vuoto tattico e di mentalità in una squadra che ha comunque ricevuto molto dal francese. Specialmente nella prima stagione. Il pubblico di fede viola incassa quindi la notizia, e non sembra contento dell’operato del club. Nel mirino finisce il presidente Commisso, che incassa una lunga e pesante lista di commenti negativi sui social.

“Malissimo. Due anni di sessioni di mercato disastrose e Commisso parla di meritocrazia”. O anche: “Commisso vattene”, e inoltre “Indignati da questa gestione del club”. Fra i tanti commenti c’è anche però chi loda la scelta del presidente. “Due anni ad un ingaggio pesante per vederlo spesso in panchina”. E qualcuno chiude in maniera polemica le porte al calciatore. “Gli sarebbe piaciuto incassare ancora per essere infortunato. Ottima scelta quella di lasciarlo libero”.