Paul Pogba aspetta con quel solito balletto… sul mercato

Pogba con i tifosi - Getty Images
Autografi e cori per il francese, idolo di una generazione - Getty Images

Paul Pogba è sempre l’oggetto del desiderio, le big attendono fiduciose, il francese deciderà come sempre negli ultimi giorni di mercato?

La maturazione di Paul Pogba è ormai fin troppo evidente. Anche in questa edizione degli europei, è l’elemento che – nonostante la clamorosa dei francesi agli ottavi – possiamo inserire tranquillamente nella top 11. Proprio perché l’apporto nelle competizioni continentali è sempre di primo livello.

Un centrocampista che, grazie anche ai consigli di Didier Deschamps, è diventato un elemento fondamentale per la Francia, ogni rassegna lo mette sempre in evidenza. Ha migliorato i suoi aspetti puramente da mediano, perché conquista e catalizza un sacco di pallone.

Per non parlare poi del suo apporto decisivo lì davanti, anche se molte occasioni sono state vanificate dai portieri. Una su tutte, quel magnifico tiro che avrebbe meritato maggior soddisfazione contro il Portogallo: Rui Patricio ha compiuto, praticamente, la miglior parata di questa edizione degli europei.

Paul Pogba è rimasto di sasso, si è rifatto contro la Svizzera, ma l’epilogo finale lo ha lasciato di sasso. È tornato al gol in Nazionale dopo la finale del mondiale russo, lì si celebrò la rete con tutt’altro clima.

Fuori da Euro 2020, quindi, non per colpa sua. E i … colpi li ha sempre ben in vista. Che abbiamo già apprezzato in Italia, perché il francese dalla distanza ha un tiro come pochi. Come non ricordare i gol al Napoli, la prodezza contro l’Udinese nonché la capacità di sfondare i muri difensivi grazie ai suoi tiri ben calibrati e potenti.

Mino Raiola quante telefonate ha ricevuto?

Affranto Pogba - Getty Images
Stagione con luci e ombre per Paul Pogba – Getty images

Parlare di Paul Pogba rimanda poi al calciomercato, ergo a Mino Raiola. Il suo procuratore ha un numero imprecisato di telefonate da mettere in conto quanto si parla del suo miglior assistito. Perché il corteggiamento delle grandi squadre prosegue, e non è nemmeno tanto velato.

Il Paris Saint Germain vorrebbe riportare l’asso in Francia, fargli assaporare per la prima volta la Ligue 1 ma soprattutto avere il leader a centrocampo per conquistare la Champions League. Come cartellino si partirà da più di cento milioni, per i francesi questo non è un problema. Dopo Donnarumma, Hakimi e altri campioni, quella di Pogba sarebbe la figurina più attesa dai tifosi del Psg, che anche sui social “chiedono” al centrocampista di abbracciare la causa.

Non diamo per vinto il Real Madrid, che da anni vorrebbe farne un galacticos e impostare su di lui la squadra del futuro. Sarebbe anche una mossa di marketing non indifferente, gli spagnoli in questo hanno credenziali da spendere e Carlo Ancelotti costruirebbe una squadra sul francese.

Appaiono meno probabili le chance della Juventus, nonostante Paul Pogba sarebbe anche disposto a ritornare dalle parti di Torino.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> L’indizio in bianconero.

Sarebbe il miglior regalo per il bis di Massimiliano Allegri, ma i costi non sono supportabili in questo momento dal bilancio bianconero. Che lo ricorderà sempre per quanto fatto vedere e… per quanto lasciato in cassa al momento dei saluti.