Donnarumma e le auto da sogno: in garage il suv da 300km/h

Calcio e motori, un binomio che rende alcuni giocatori dei veri e propri collezionisti: provate a guardare le auto nel garage di Donnarumma.

Donnarumma auto
Gigio Donnarumma, campione d’Europa e grande collezionista di auto (fonte foto GettyImages)

Non corre in campo, ma fuori è un amate del brivido e della velocità. Gigio Donnarumma comanda la squadra dalla porta, in un ruolo che lo ha reso celebre fin da giovanissimo. E lo ha condotto prima ad alzare il trofeo dopo aver vinto l’Europeo, e poi al dorato ingaggio con il Psg. L’eroe della finale di Wembley ha però un’altra grande passione. Quella per le quattro ruote, che lo ha portato ad acquistare veri e propri gioielli. Nella sua collezione c’è infatti spazio per il made in Italy ma anche per i marchi esteri. Qualità, velocità, modelli incredibili, che spesso lui mostra orgogliosamente.

Donnarumma, un garage da fare invidia ai migliori collezionisti: eccole sue auto

Euro 2020 Italia Donnarumma Bonucci
Gigio Donnarumma e i compagni festeggiano con la coppa (fonte foto GettyImages)

Il paradosso è che nel giorno del suo esordio in Serie A, Gigio Donnarumma non aveva ancora l’età per conseguire la patente. Da quel momento la sua carriera è stata costantemente ricca di nuovi successi, e dopo la maggiore età, il portiere si è potuto dedicare alla sua grande passione: quella per le auto. La sua prima supercar è stata una Audi, e poco dopo Donnarumma ha acquistato un Range Rover scuro.

Leggi anche: “Insigne come Donnarumma”: dalla Spagna l’indiscrezione di mercato

Il vero pezzo pregiato però è un suv. Si tratta della Lamborghini Urus, bolide sportivo che monta un motore V8 biturbo benzina. Riesce ad erogare una potenza pari a 650 Cv, con prestazioni incredibili. Il gioiello di Donnarumma, pur essendo un suv, impiega circa 3,5 secondi per passare da 0 a 100 e raggiunge una velocità massima di quasi 310 km/h. Un vero e proprio gioiello spesso utilizzato per gli spostamenti a Milanello, e ora pronto a calcare le strade di Parigi. E chissà se dopo l’Europeo e il nuovo passaggio al Psg non arriverà un altro modello prezioso ad aumentare il valore di una collezione da sogno.