Acquisti cari… ma non amari: è un Ferragosto di attesa

Gli acquisti più cari di ogni stagione sono sempre i più monitorati. In questa estate, ci sono ancora altri quindici giorni per un’eventuale colpo ad effetto con tanti milioni in ballo.

Tomori consigliato da Pioli - Getty Images
Tomori sinora sarebbe tra gli acquisti più cari in entrata della A – Getty Images

La classifica degli acquisti più cari, anno dopo anno, resta sempre una delle più curiose. Soprattutto guardando la resa dei nuovi arrivati, calciatori pagati a peso d’oro per dover fare la differenza. Si parla di calciatori in entrata, perché in uscita verso il campionato estero già con Hakimi e i suoi 70 milioni nonché Lukaku e gli altri 115 a corredo siamo più che al sicuro.

In entrata, tra gli acquisti più cari si è registrato al momento quello di Tomori – riscattato dal Milan, e (non ancora) quello di Manuel Locatelli. Affari senza grandi capovolgimenti di fronte e già imbastiti a maggio, praticamente. Molto diverso, invece, il discorso per altri ulteriori acquisti, perché tra i più cari può spesso uscire una sorpresa: per il momento puntiamo su Abraham alla Roma.

Guardando soprattutto al bilancio… nell’annata 2020-21 il più caro in piazza è stato Arthur. Quotato 72 milioni, ma attenzione: la Juventus lo scambiò per Miralem Pjanic, i bianconeri e il Barcellona praticamente mossero più i bilanci che non i capitali effettivi. Praticamente aggiustando i capitoli ma non il campo, perché entrambi hanno floppato nella loro prima stagione a maglie invertite.

La Juventus sempre in testa

De Ligt ajax - Getty Images
De Ligt convinse la Juventus… eliminandola dalla Champions League – Getty Images

Curiosamente, nelle ultime stagioni, almeno partendo dal 2015-16, quando si parla di acquisti più cari c’è sempre la Juventus di mezzo. È un dato rilevante, proprio per far capire come in entrata sia il club bianconero a primeggiare.

Nel 2019-20 è stato Matthias De Ligt a diventare il colpo più efficace con 85,5 milioni sborsati dai bianconeri. L’Ajax ha salutato il suo capitano e ha fatto partire un difensore con una carriera ancora tutta da giocare, alle spalle l’investimento interista su Romelu Lukaku. Una settantina di milioni in caso, per far capire come le due squadre abbiano comunque investito per dei top player indiscutibili.

Il 2018-19 è stato l’anno di Cristiano Ronaldo. Di una trattativa che sembrava impossibile a pensarla durante il campionato, diventata realtà dopo l’ultima Champions League conquistata da CR7. Cento e più milioni, per molti è stato il capolavoro di Fabio Paratici, per altri invece… tutti potevano realizzare quel colpo offrendo quelle cifre da capogiro.

Diversa la situazione dell’anno precedente, quando il colpo fu Leonardo Bonucci, a spostare gli equilibri del Milan. Talmente spostati… che dopo un anno fu scambiato con Mattia Caldara, ora indesiderato rossonero, mentre Bonucci è tornato da figliol prodigo a Torino.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Un big del mercato illumina la Premier League

2016-17 e 2015-16, il primato va a Gonzalo Higuain e Paulo Dybala. Rispettivamente 90 milioni al Napoli e 40 al Palermo, entrambi già decisivi sin da subito in bianconero. Qualche volta anche in Champions League.