Che cos’è l’indice di liquidità che mette a rischio gli acquisti della Lazio

Il mercato delle squadre di Serie A, e in particolare della Lazio, è bloccato dall’indice di liquidità: cos’è e come poterlo superare.

Sarri Lotito
Maurizio Sarri e Claudio Lotito (fonte foto GettyImages)

Mai come nell’estate 2021 il calciomercato delle squadre italiane è parso bloccato. Il motivo? La crisi finanziaria innescata dal Covid, sicuramente. Ma anche un nuovo parametro che ha legato le mani alla gran parte delle società di Serie A: l’indice di liquidità.

Di cosa si tratta? Din un parametro inserito dalla FIGC nelle NOIF (Norme Organizzative Interne Federali) e che viene utilizzato insieme ad altri per determinare il grado di equilibrio delle società. Con questo particolare parametro si pone l’attenzione sulla capacità di una società di far fronte agli impegni finanziari nel breve termine.

Leggi anche -> Calciomercato Lazio, c’è il si del giocatore: la trattativa

Il calcolo avviene attraverso il rapporto tra le Attività Correnti e le Passività Correnti. Un rapporto che deve essere quantificato massimo a 0,6 in questa stagione (lo scorso anno era 0,8). Detto in parole povere, se si esce dal range prestabilito le società devono immettere nelle proprie casse del denaro per poter acquistare calciatori, o in alternativa ricapitalizzare. Altrimenti, l’unica via per poter fare mercato è cedere prima di comprare.

Lazio bloccata dall’indice di liquidità: cosa rischia e quali soluzioni può attuare

Claudio Lotito
Claudio Lotito (fonte foto GettyImages)

Tra le società che stanno avendo maggiori problemi con l’indice c’è proprio la Lazio di Claudio Lotito. Il club capitolino ha già acquistato alcuni calciatori in questa sessione (Hysaj, Felipe Anderson, Luka Romero, Kamenovic, oltre al prolungamento di Radu), ma non essendo arrivate cessioni importanti, al momento rischia fortemente di non poter confermare nessuno di questi tesseramenti.

Gli acquisti dovranno essere regolarmente registrati entro venerdì 20 agosto alle ore 12. Ma al momento la situazione è totalmente bloccata. La soluzione ideale sarebbe la cessione di un big come Correa, ma nelle ultime ore sul fronte biancoceleste sta avanzando un’unica ipotesi per salvare questi tesseramenti: un aumento di capitale. Secondo quanto riferito dal Corriere dello Sport, il presidente Lotito si sarebbe convinto a mettere soldi di tasca propria, attraverso Lazio Events, per sbloccare la situazione e aggirare l’ostacolo.

Potrebbe interessarti -> Acerbi, leader di Lazio e Italia: chi è la bellissima moglie

“Con me il risultato è garantito. Non c’è nessuna preoccupazione, tessereremo tutti all’ultimo“, ha assicurato il numero uno biancoceleste. Una certezza più che una promessa che fa ben sperare i tifosi, anche se non regala grossissime altre aspettative per nuovi colpi di mercato fino alla fine di agosto. Salvo ovviamente l’arrivo di qualche cessione mai come in questo momento benedetta per le casse del club.