Mbappé, duro attacco al Psg: svelato un retroscena nello spogliatoio

Mbappé apre al Real Madrid e lancia l’attacco al Psg: duro commento anche sulla Ligue One e sul modo di vivere il calcio in Francia.

Mbappe rigore sbagliato Euro 2020
Kyliam Mbappé , che attacco al Psg (foto GettyImages)

Un attacco che ha il sapore dell’addio. Kylian Mbappé non è un calciatore che ama i microfoni, ma nelle sue dichiarazioni non è mai banale e lascia spesso il segno. É accaduto anche nell’ultima intervista, che è un chiaro segnale di insofferenza nei confronti del Psg. Le voci che vorrebbero il Real Madrid pronto ad una offerta mostruosa per il francese trovano conferme, e le sue parole certificano che le parti sono in costante contatto.

Si parla di circa 180 milioni per strapparlo alla squadra delle stelle, che potrebbe intanto essersi stancata dei continui messaggi in arrivo dall’entourage dell’attaccante. L’ultimo attacco al club però sembra mettere la parola fine al rapporto. Mbappé ha infatti svelato un curioso retroscena dello spogliatoio, e le sue parole lasceranno inoltre il segno. Anche la valutazione sul livello della Ligue 1 e sul modo di vivere il calcio in patria non lo renderà simpatico ai tifosi francesi.

Mbappé Psg, “Amici Mai”: che attacco del francese

Mbappe Psg Real Madrid
Kylian Mbappé apre al Real Madrid (fonte foto GettyImages)

Mbappé e il Psg non sono mai stati così distanti. Non solo per il pressing del Real Madrid, ma anche per un mal di pancia costante, che fra silenzi e frecciate, si sta trasformando in una rottura insanabile. La rivista Esquire ha infatti lanciato una vera e propria bomba destinata a lasciare il segno, e le parole dell’attaccante danno il senso di quanto sia distante dal club. “La Francia non è il miglior campionato al mondo – ha affermato – ma ho sempre sentito la responsabilità di far crescere la Ligue 1. In Brasile fanno festa, qui sono molto seri, quasi non è considerato un bene mostrare le proprie passioni. Pensate a Neymar. Al suo arrivo il volto del calciatore era sulla Torre Eiffel e dopo 6 mesi gli hanno chiesto perché gioca a poker”. 

Leggi anche: Fifa 2022 a rischio, colpa di Mbappé: i timori di EA sports

Affondo pesante sulla vita in Francia. L’attacco al Psg è invece ancora più duro. “Fin da bambino ho ascoltato e appreso da ogni spogliatoio in cui sono stato. Il calcio è fatto di punti di vista diversi e io ho provato a farli miei. Ho imparato ad avere tolleranza e mi ha aiutato molto, ma una squadra non deve essere un gruppo di amici. Non lo è il Psg e non serve esserlo per vincere”. Sarà la stoccata definitiva? Probabilmente la risposta è affermativa, e intanto nelle prossime ore il Real Madrid potrebbe presentare una offerta ufficiale e sconvolgere nuovamente il mercato estivo.