Cagliari e la fobia dei precedenti: fa così paura il Milan?

Sono curiosi i precedenti tra Milan e Cagliari. I sardi hanno vinto poche volte a Milano, ed è ora di dimostrare un gran qualità nei contenuti.

Rebic e Godin - Getty Images
In Milan-Cagliari dura sfida tra giocatori di talento – Getty Images

Il calcolo dei precedenti a San Siro tra Milan e Cagliari, chiaramente, vede in vantaggio i rossoneri. Forti del fattore casa, il Milan in 38 precedenti ha raccolto 25 vittorie, a fronte di 10 pareggi e tre affermazioni sarde, segnando 63 gol e subendone 27. Un calcolo più globale e leggermente ponderato verso il Cagliari arriva invece analizzando le sfide al Sant’Elia e all’Amsicoara, nonché i confronti in ogni campo di Coppa Italia.

Per il Milan, però, la prima gara casalinga vorrà essere all’insegna dei tre punti, per non cadere in quella sorta di buco nero che, la scorsa stagione, poteva vanificare tutto. Quasi come una trama complicata di un film, ormai il calcio spezzatino crea altre storie. Il Crotone bloccò il Benevento, consentendo la salvezza matematica del Cagliari alle 17. I sardi festeggiarono in albergo a Milano per poi scendere in campo a San Siro, già con l’obiettivo raggiunto.

Sarà stato lo spumante, l’eccitazione oppure la sensazione di giocare liberamente, fatto sta che ai sardi capita anche l’impresa di prendere un punto dopo quindici anni d’attesa e di bloccare per 0-0 il Milan a San Siro. Che poi si qualificherà in Champions League vincendo a Bergamo nell’ultima giornata di campionato.

L’ultima gara di Baresi e gli anni di attesa

Pavoletti contro Milan - Getty Images
Su Pavoletti sono riversate le speranze dei sardi – Getty Images

Quella tra Milan e Cagliari, quindi, è una sfida che nei precedenti ha dato sempre tante curiosità. Addirittura passarono 26 anni di tempo tra una vittoria del Cagliari all’altra. Nel 1972 si impose la squadra allenata da Manlio Scopigno, che due stagioni prima aveva vinto lo scudetto. Ci volle addirittura il 1998 per una nuova affermazione dei sardi, allora allenati da Gian Piero Ventura. Da squadra neopromossa, il Cagliari batté il Milan con un gol del centrocampista Tiziano De Patre.

Il Milan, comunque, fa tutti gli scongiuri, ben sapendo come la maggioranza delle partite contro i rossoblù si sia risolta in proprio favore. Negli ultimi anni la tradizione è stata abbastanza favorevole, eccetto l’ultimo match della stagione 2016-17.

Una gara senza chiedere nulla al campionato per entrambe. Anche in questo caso Cagliari neopromosso e salvo, il Milan invece aveva ben altro a cui pensare. Vinsero in casa i sardi per 2-1 e la gara passò alle cronache per tre episodi: l’esordiente Crosta parò un rigore a Bacca, Honda fece il capitano del Milan in quella gara, e nell’extratime segnò Fabio Pisacane.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Sassuolo-Samp, una sfida da non perdere

Ben altro tenore, invece, il precedente a San Siro del giugno 1997. Ultima gara di Franco Baresi con un Milan in disarmo allenato da Arrigo Sacchi contro il Cagliari di Carlo Mazzone. Che vinse per 1-0 e si concesse lo spareggio salvezza contro il Piacenza, perso poi la settimana successiva.