“Sei grasso”: critiche a Neymar che risponde così ai tifosi

Neymar risponde alle accuse di chi lo reputa grasso e sovrappeso: la risposta arriva direttamente dai social.

neymar grasso
Neymar (GettyImages)

A Neymar in Francia perdonano poco o nulla. Ed è strano vista la qualità di un calciatore che è fra i migliori al mondo. Al suo arrivo a Parigi fu accolto fra urla di gioia e diventò il segnale della svolta per il club. Così tanto che il suo volto fu proiettato sulla Tour Eiffel. In poco tempo fu la pubblicità del poker a renderlo un obiettivo per l’intransigente pubblico transalpino, che iniziò a domandarsi il perché di quella scelta.

Neymar adesso è nel mirino per il suo stato di forma. Dopo l’estate il suo rientro è stato difficile e soprattutto accompagnato dalle critiche per alcuni scatti che sottolineavano qualche chiletto in più messo nei mesi di relax. Neymar ha lasciato correre, come spesso fa rispondendo sul campo, ma ieri, dopo gli ennesimi attacchi, ha detto la sua. Col sorriso. Tipico di un brasiliano che pensa al campo.

Neymar grasso? Il brasiliano risponde con l’ironia sui social

Neymar
Neymar risponde alle critiche di chi lo ritiene “grasso” (foto Instagram Neymar)

Un cartellino giallo, ma anche i soliti dribbling e una presenza costante da faro del Brasile. I verdeoro non hanno brillato con il Cile, ma nel match di qualificazione ai Mondiali, fuori casa, contava vincere. E nell’1-0 rifilato alla nazionale di Lasarte, Neymar è stato comunque fondamentale. Ecco quindi che al termine del match è arrivata la risposta alle critiche, piovute nuovamente addosso al calciatore dopo la partita in nazionale e riprese in patria.

Leggi anche: Da Neymar a Messi e Donnarumma: l’hotel delle star del Psg

Un solo messaggio postato su Instagram. La foto è accompagnata da un messaggio in cui l’attaccante sottolinea che era importante il risultato, e con una battuta chiude il capitolo legato al suo stato fisico. “Mi dite che sono grasso – ha scritto Neymar – ma era solo la maglia. Una taglia L, la prossima volta chiederò quella più piccola”. Sottile, ma decisa. E con il sorriso. In perfetto stile brasiliano.