Atalanta-Roma, scambio azzardo: ai tecnici l’ultima parola

Quella tra Atalanta e Roma è una sfida speciale, prima del mercato. Per il gioco espresso, per la qualità dei singoli ma anche per l’incrocio tra tecnici. Gasperini contro Mourinho è una battaglia che promette scintille.

Mancini e Zapata - foto LaPresse
Atalanta e Roma tra campo e mercato – foto LaPresse

L’anticipo che promette spettacolo. Uno dei tanti anticipi, vista la composizione del turno odierno, ma sicuramente uno dei più promettenti in materia di show. Atalanta e Roma in campo probabilmente se ne daranno sportivamente di santa ragione, proprio per la qualità degli interpreti.

L’Atalanta vorrà conquistare una vittoria contro una rivale per il posto Champions o comunque contro una squadra dai grandi interpreti in alcuni singoli. La Roma, invece, vorrà dare un segnale al campionato, dopo tanti alti e bassi è giunto il momento di mostrare un po’ i muscoli.

Atteggiamenti tattici particolari quelli che si vedranno in campo. Da una parte l’Atalanta riparte dalle certezze del suo modulo, nonché dal ritrovare pian pianino alcuni suoi protagonisti. L’impressione è che da gennaio in poi i bergamaschi potranno avere nuova benzina nelle gambe, nonché qualche altro elemento utile alla causa.

La Roma invece dovrà chiudere bene la difesa e capire come scardinare la difesa orobica, puntando su un gioco veloce e non attendista.

Quel ringraziamento che manca…

Muriel in azione - foto LaPresse
Luis Muriel al centro del dibattito di mercato – foto LaPresse

La sfida tra Atalanta e Roma pone in copertina più che i singoli giocatori, la psicologia dei due tecnici. È innegabile come sia tenuta mentale un punto di forza negli anni degli allenatori, Gian Piero Gasperini e Josè Mourinho sono dei psicologi mancati.

Gasp ha praticamente tirato fuori il meglio da un po’ tutte le squadre allenate, soprattutto basandosi sulla continuità. Il lusitano invece lo ha fatto nei brevi cicli, proprio per questo la sua carriera è stata folgorante nella prima parte.

È anche una gara dove il tecnico di Giugliasco… avrà qualcosa da rimproverare al collega. Forse un grazie sarà arrivato, forse no, ma parte del triplete è anche merito di Gasperini. Che fece un gran lavoro con Thiago Motta e Diego Milito, sfiorando la qualificazione in Champions League e consegnando due calciatori pronti all’Inter. Che con i due elementi del Genoa vinse poi tutto quello che c’era da vincere.

Così come da rilevare, sempre a proposito di Inter, il tentativo di riportare il gioco a Milano. Al tecnico italiano non riuscì quanto fatto da Mourinho, la sua avventura all’Inter durò quattro giornate.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Mbappe ha firmato!

Intanto, oltre alla gara tecnici e dirigenze pensano al mercato. Non è da escludere qualche scambio che possa permettere alle due squadre di ovviare a qualche problema. All’Atalanta potrebbero servire Villar e Majoral, due spagnoli che ben si plasmerebbero nel gioco di Gasperini. Mourinho, invece, vorrebbe tentare proprio Luis Muriel a un’avventura in Capitale: con Abraham la coppia sarebbe incredibile.