Fiorentina, il leader va ritrovato: tante offerte, i dubbi avanzano

La Fiorentina deve risolvere un problema di non poco conto. Il centrocampo viola potrebbe davvero fare il salto di qualità ritrovando la verve del calciatore gigliato. Il futuro però è incerto.

Fiorentina-Spezia foto LaPresse
La Fiorentina deve confermarsi in zona Europa – foto LaPresse

Un titolo europeo e poco più. Il 2021 di un centrocampista della Fiorentina potrebbe essere banalmente riassunto così. Il primo a voler lottare è proprio il viola che ha avuto difficoltà, come tutta la Fiorentina, nella stagione passata, nel mix che ha frullato tutto l’ambiente tra Beppe Iachini, Cesare Prandelli e una rosa che faticava a trovare le motivazioni.

La grinta di Vincenzo Italiano ha riportato la Fiorentina almeno al suo potenziale, diventando una squadra che almeno lotta in ogni partita. Il centrocampo è cresciuto nel corso del tempo e sono state tante le intuizioni del tecnico viola che, mettendo sempre tre uomini in mezzo, li ha saputi adattare in base all’avversario.

Italiano ha avuto brillanti idee partendo dal doppio regista. Il tecnico li ha affiancati a uomini di corsa, la Fiorentina ha retto l’urto in zona centrale, collezionando vittorie anche contro avversari più quotati, come nel caso del Milan che ha perso l’imbattibilità in campionato proprio al “Franchi”.

Gaetano Castrovillari, in tutto ciò, è stato poco protagonista, e vorrà riprendersi il suo spazio in viola, la piazza attende il centrocampista che ha frenato la sua crescita.

Un 2022 per ricominciare

Castrovilli vs Verona - foto LaPresse
Castrovilli in rete nel 2021 contro il Verona – foto LaPresse

Gaetano Castrovillari ha una storia d’affetto con la città di Firenze, i tifosi a volte lo bacchettano un po’ troppo sui social. Il centrocampista spesso riceve le difese della sua miss Rachele Risaliti, sempre al fianco del suo calciatore.

Il viola in questo 2022 dovrà dimostrare – comunque – il suo attaccamento alla squadra, alzando il livello di forma e delle sue prestazioni. Senza pressioni si è espresso al massimo del suo potenziale. Due stagioni fa fu uno dei calciatori rivelazione due stagioni fa, sfornando gol e assist in grande quantità.

Il centrocampista ha risentito poi delle responsabilità, soffrendo per la situazione di crisi maturata poi dalla Fiorentina. La convocazione ad Euro2020 è stato un premio arrivato praticamente con le ultime convocazioni, il titolo è stato comunque meritato per aver saputo fare gruppo.

Il mese di gennaio rimane quello delle tentazioni sul mercato. Il centrocampista è tornato dopo le vacanze a Firenze mantenendo i piedi per terra sul campionato. La viola ha bisogno delle sue qualità per dare alla Fiorentina una concretezza di sogni europei: la compagine di Italiano può raggiungere l’obiettivo se tutti correranno nella stessa direzione.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Una Chechu che lascia senza fiato

Un’Europa da conquistare in maglia gigliata e non da altre parti: i tentativi da club di Liga e Premier League sono rispediti sempre al mittente.