Mercato Atalanta: I neroazzurri non si fermano più

L’Atalanta sta lavorando assiduamente sul mercato e la dirigenza orobica sembra aver trovato un’ottima partner per portare a Bergamo altre pedine importanti. Il presente e il futuro della Dea sono già splendidamente rosei ma malgrado questo, il club bergamasco è sempre alla continua ricerca di talenti da portare a casa.

La missione della Dea

La missione dell’Atalanta è quella di arrivare a conquistare traguardi importanti, investendo poco o niente. La compagine bergamasca ormai lo sta facendo con continuità da diversi anni e seppur non abbia ancora conquistato nessun titolo, sta facendo spellare le mani ai suoi tifosi, con traguardi e prestazioni, che fino a qualche anno fa, sembravano inimmaginabili. Allenata ormai da diversi anni, da Gian Piero Gasperini, un mister che ha sempre cercato di anteporre il gioco fisico e spregiudicato a quello attendista, l’Atalanta è ormai entrata a pieno titolo tra le big della serie A.

Per fare questo, l’allenatore di Grugliasco, anche sul mercato, ha sempre puntato solo elementi idonei al suo gioco, intercambiabili tra loro e in grado di giocare sempre un calcio propositivo. In questi ultimi anni, i calciatori che si sono avvicendati nelle file bergamasche sono stati tanti e tutti quelli che sono partiti per altri lidi, hanno spesso lasciato a Bergamo, un pezzo di cuore.

Atalanta - foto LaPresse
L’Atalanta vuole diventare sempre più grande -foto LaPresse

Il sogno del primo trofeo

Il sogno degli orobici sarebbe quello di continuare su questa strada, cercando di affermarsi sempre di più, sia in Italia che in Europa ma ora, la voglia dei tifosi di vincere anche un trofeo è diventata tanta. Spesso però per arrivare ad acquistare talenti, bisogna intavolare collaborazioni e non meravigliano le sinergie che il club bergamasco sta costruendo tuttora, anche con club, che stanno lottando per la salvezza. I buoni rapporti con le altre dirigenze sono sempre utili, soprattutto quando c’è da captare, prima degli altri, se un giocatore può essere un talento o meno.

Sull’asse Bergamo-Genova in questi ultimi mesi si sta lavorando tantissimo e malgrado molti affari si siano già concretizzati, molti altri sono ancora in ballo. La dea vuole diventare ancora più grande e per farlo ha bisogno di continuare a far, quello che sa fare meglio.

Andata e ritorno per essere campioni affermati

Zapata gol a Genoa - foto LaPresse
Un feeling particolare per gli orobici – foto LaPresse

L’Atalanta con il Genoa ha instaurato un rapporto speciale, ormai da un paio di anni. Questa sinergia con i liguri, ad esempio, ha permesso a buon prospetto come Filippo Melegoni di passare al Genoa e non ad una big.

Anche i probabili arrivi in prestito, di Piccoli e Miranchuk, confermano la particolare alleanza tra i club. il Genoa avrebbe in mano due attaccanti che sarebbero fondamentali per risalire la china e tentare di strappare l’ennesima salvezza.

Due prestiti e non solo

I bergamaschi stanno ovviamente seguendo con attenzione, i migliori talenti rossoblù. Andrea Cambiaso è il nome maggiormente attenzionato dalla Dea che lo vorrebbe in sostituzione di Gosens. Rispetto al tedesco il talento ligure non garantirebbe gli stessi gol, ma a venti anni  è difficile trovare di meglio.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Inzaghi avrà mercato: poche ore di attesa

Sull’altra fascia incuriosisce invece, il neo arrivato Silvan Hefti. Il terzino è una vecchia conoscenza nerazzurra e segnò ai bergamaschi, proprio in una gara di Champions League quando giocava con lo Young Boys.