Berrettini, agli Australian Open, è guerra con i tifosi: “Non vi sento” – VIDEO –

Berrettini conquista la semifinale agli Australian Open battendo il francese Monfils, dopo un match durato quasi 4 ore. Al termine della partita, l’atleta sfoga tutta la sua tensione contro il pubblico schieratosi sin dall’inizio contro il tennista italiano. 

Berrettini conquista la sua terza semifinale Slam della carriera, la prima agli Australian Open, confermando di essere ormai un certezza del tennis mondiale. Decisivo il successo arrivato in cinque set 6-4, 6-4, 3-6, 3-6, 6-2 per un totale di quasi 4 ore di gioco. Oltre alla qualità dell’avversario il francese Gael Monfils, Berrettini ha dovuto fronteggiare anche un altro tipo di avversario. Il pubblico, infatti, schierato palesemente dalla parte dell’atleta francese, non ha risparmiato insulti e fischi al tennista italiano che, a fine partita, ha manifestato la sua gioia in un modo del tutto particolare.

Matteo Berrettini
Berrettini trionfa contro Monfils (LaPresse)

In semifinale il giocatore affronterà Nadal, per la seconda volta in una semifinale del Grand Slam. Berrettini, semifinalista agli US Open 2019 e Wimbledon 2021, è il primo italiano a essere entrato in semifinale in tre diverse prove dello Slam. Nelle ultime quattro sfide, l’azzurro ha perso solo tre partite, sempre contro Djokovic.

Berrettini, l’incredibile sfogo a fine partita

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini nel post partita (LaPresse)

La partita di Berrettini si è contraddistinta subito per un clima assai particolare, raramente visibile durante una partita di tennis. Il pubblico, pur di indurre l’atleta italiano a sbagliare, lo ha ricoperto di insulti e di fischi. Così, dopo la vittoria a fine match, Berettini non ha esitato ad esultare portandosi il dito all’orecchio e, per sfogare la tensione e la rabbia, ha ripetuto per ben quattro volte la stessa frase: “Non vi sento”.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI>>>La Lazio pesca in Svizzera: trovata la soluzione ad un problema di Sarri

Tutto ciò ovviamente non ha contribuito a placare gli animi. Nell’ intervista post partita di Berrettini, sul campo della Rod Laver Arena, un tifoso dalle tribune urla “Fuck You” rivolto all’atleta. La risposta del tennista, tuttavia, è stata esemplare: “Qui è pieno di gente e mi piace. Alcuni di loro non sono veri appassionati di tennis, ma non si possono controllare tutti. Il rispetto, però, è qualcosa che bisognerebbe avere, ma alla fine va bene così, ho vinto e sono felice».

 

Di nuovo Nadal

Berrettini affronterà venerdì, in semifinale, Rafa Nadal, 6 del seeding e vincitore a Melbourne nel 2009. Sarà la rivincita della semifinale agli US Open del 2019, vinta dallo spagnolo in tre set e unico precedente tra i due.