Genoa-Inter, Lautaro discute con Bastoni ed Eriksen: svelate le ragioni

Lautaro Martinez si infuria con Bastoni ed Eriksen (Getty Images)
Lautaro Martinez si infuria con Bastoni ed Eriksen (Getty Images)

Lautaro Martinez ha discusso con Bastoni ed Eriksen durante Genoa-Inter. L’attaccante si è poi seduto in panchina nervoso e sarebbero trapelate tutte le ragioni

Genoa-Inter è stata una gara difficile per Lautaro Martinez, chiuso dai difensori rossoblu e quasi mai realmente pericoloso dalle parti di Perin. Diversi i quotidiani che hanno rifilato un’insufficienza all’argentino per la prestazione di ieri, di certo tra le meno brillanti da quando Antonio Conte lo ha trasformato in un punto di riferimento assoluto della rosa.

Gran parte della sfida del “Toro” è stata caratterizzata da urla di rabbia e lamentele nei confronti dei propri compagni e, apparentemente, anche per lo stesso Conte in panchina. Emblematica nel primo tempo una sua sfuriata con Eriksen e Lukaku al termine di un’azione non concretizzata proprio dall’attaccante argentino.

Potrebbe interessarti anche: Inter, Hakimi negativo al Coronavirus: cosa rischia la UEFA

Lautaro Martinez infuriato con Bastoni ed Eriksen in Genoa-Inter: il motivo

Lautaro Martinez, la rabbia in Genoa-Inter (Getty Images)
Lautaro Martinez, la rabbia in Genoa-Inter (Getty Images)

Secondo la ricostruzione della Gazzetta dello Sport, il motivo principale di tanta rabbia sarebbe da attribuire ad alcuni errori di Alessandro Bastoni e dello stesso Eriksen in fase di costruzione. Il difensore avrebbe sbagliato più di un lancio, utile in teoria a mandare in porta l’ex Racing.

Insieme a lui anche il centrocampista danese che, a detta del 23enne, non avrebbe servito neanche un pallone realmente giocabile nei 72 minuti in cui è stato in campo. A fine gara, Conte ha dichiarato che potrebbero essere volate delle parole di troppo, ma che in campo può capitare. L’importante è chiarirsi e lasciarsi immediatamente alle spalle la vicenda. Bisogna proiettarsi già al match in casa dello Shakhtar Donetsk di martedì prossimo, valido per il secondo turno della fase a gironi di Champions League.

Leggi anche -> Inter, tra Covid e infortuni: scelte obbligate per Conte