Milan-Torino, Giampaolo contro il passato: in ballo il suo futuro

Marco Giampaolo (GettyImages)

Il Milan ed il Torino si scontreranno due volte in 3 giorni: doppia sfida per Giampaolo che rivede il suo passato. 

Una doppia sfida decisamente affascinante. Per una strana coincidenza di calendario, Milan e Torino si scontreranno in due competizione diverse a distanza di 3 giorni. Infatti, le due squadre disputeranno sabato alle ore 20:45 la diciassettesima giornata di Serie A in casa dei rossoneri. La sfida si ripeterà, sempre a San Siro, tre giorni dopo per gli ottavi di finale di Coppa Italia.

Il Milan non arriva al meglio a questo doppio confronto. Non saranno a disposizione di Pioli diversi calciatori importanti. Ibrahimovic è ancora out per infortunio; Rebic e Krunic devono attendere il tampone negativo, poiché qualche giorno fa hanno contratto il Covid; Bennacer e Saelemaekers sono ancora alle prese con problemi muscolari; infine, l’ultimo della lista, ma non per importanza, è la presenza in forte dubbio di Calhanoglu, il quale ha rimediato contro la Juve una contusione alla caviglia.

Potrebbe interessarti anche >>> Coppa Italia, Genoa e Torino agguantano gli ottavi. Il tabellone completo

Milan-Torino, la doppia sfida di Giampaolo: riscattarsi e salvarsi

milan torino giampaolo
Marco Giampaolo contro il Milan (GettyImages)

Il doppio match a San Siro sarà speciale per Marco Giampaolo. Il tecnico del Torino rivedrà per la prima volta dopo l’esonero il suo vecchio club. Arrivato nell’estate 2019 al Milan, Giampaolo non è riuscito a farsi apprezzare. E in soli sette partite di campionato, una falsa partenza e 3 vittorie non convincenti, la dirigenza decise di esonerarlo. Dopo di lui, sulla panchina rossonera si è seduto Stefano Pioli, che piano piano ha riportato in alto la squadra, e ora guarda in alto le altre diciannove di Serie A.

Giampaolo rivedrà per due volte consecutive il suo passato: avrà l’occasione di riscattarsi. Al contempo, dovrà pensare alla sua panchina, al suo posto che non è del tutto sicuro. Il Torino ha accumulato quattro risultati utili consecutivi: 1 vittoria e 3 pareggi nelle ultime quattro gare, a cavallo tra il 2020 e il 2021. Ed è lì, ad un passo dal baratro al 17esimo posto, a soli tre lunghezze dall’ultima in classifica. Non è certo contro il Milan che tifosi e dirigenti si aspettano di fare punti, ma l’occasione ora è ghiotta viste le tante assenze tra le fila rossonere.

Inoltre, uno sgambetto in Coppa Italia darebbe entusiasmo alla piazza e alla squadra. Ma la concentrazione è rivolta tutta sul campionato. Lasciare la zona retrocessione al più presto è un obbligo per i granata, ma il Diavolo potrà rispedire ancora una volta Giampaolo all’inferno.