Pessina, il professore dell’Atalanta: le curiosità sul gioiello di Gasperini

Pessina atalanta professore curiosità
L'esultanza di Pessina dopo il gol al Napoli (Getty Images)

La doppietta di Pessina, per tutti “il professore”, porta l’Atalanta in finale. Nello stesso giorno Gomez vince l’andata contro il Barcellona e si complimenta con gli ex compagni. Le curiosità sul centrocampista italiano che ha preso il posto del Papu.

L’Atalanta si gode il “professore” Pessina e dimentica Gomez. E’ così, perché la svolta tattica di Gasperini, che ha puntato su un calciatore in grado di fare bene le due fasi, è stata forse la prima causa nella rottura del rapporto fra il tecnico e il Papu. Dopo la brillante stagione sotto la guida di Juric a Verona, l’allenatore della Dea ha voluto fortemente “il professore” in ritiro, e lo ha reso sempre più centrale nell’idea tattica della squadra. Lo chiamano così, per l’intelligenza tattica, ma anche per un percorso che lo lega ancora oggi agli istituti che lo hanno accolto nella sua formazione da studente.

Pessina è innamorato della lingua latina per sua stessa ammissione. Una passione che nasce dalla nonna, ex insegnante. “Ho ancora un gran rapporto con il mio professore – ha spesso dichiarato l’ex gialloblu – è una persona di spessore e riesco a confrontarmi traendo spunto dai nostri dialoghi”. Un legame forte che va oltre la scuola, che spesso il calciatore visita nel tempo libero. Dagli studi in economia alla Luiss ai tanti rifiuti nelle trattative quando era al Monza, Pessina conferma la sua passione per la cultura. “Mi spronavano a non accantonare gli studi per il calcio. Sono stato in grado di far convivere due percorsi che mi danno tanto, e poi stavo bene in una squadra in cui sono cresciuto molto”.

Il padre commercialista e la madre architetto hanno sempre stimolato le curiosità di un calciatore atipico. “La cultura è stata sempre al centro della mia educazione, ma i miei non hanno mai imposto decisioni nella carriera calcistica. Bacchettone? Assolutamente no. Pessina fece discutere quando si presentò in ritiro con una borsa griffata da una famosa azienda leader nel mondo della pornografia. Un gesto goliardico, non eccessivo, che fece il giro del web. Il colosso canadese del porno decise di inviargli un kit completo di tutto il merchandising, sponsorizzando un calciatore che ora è al comando del progetto Gasperini, e che Juric non avrebbe mai voluto lasciar partire. “Ha una intelligenza sopraffina – disse il tecnico del Verona – è più di un semplice giocatore”.

Leggi anche: Atalanta-Napoli, Alemao e Carmando: il gesto che decise lo scudetto

Pessina e Gomez protagonisti nello stesso giorno. I complimenti del Papu all’Atalanta

Gomez Atalanta
Gomez con la maglia dell’Atalanta (Getty Images)

Cammini divisi e destini incrociati fra l’Atalanta di Pessina e il Siviglia di Gomez. I due calciatori hanno vinto i match in semifinale di Coppa nello stesso giorno. I bergamaschi superando il Napoli, e gli spagnoli grazie al 2-0 al Barcellona che mette la strada in discesa nel ritorno al Camp Nou. Il Papu non ha perso occasione per complimentarsi con la sua vecchia società su Instagram. Nella foto si vedono i calciatori che festeggiano la rete ai partenopei e il messaggio “Atalanta, ecco i finalisti”, con una freccia che indica l’esultanza del gruppo e i cuori a chiudere i complimenti.

Una storia infinita, nonostante l’addio ad una squadra di cui è stato capitano e leader. Il suo destino si incrocia sempre di più con quello di Pessina, che gli ha tolto il ruolo. L’italiano ha già raggiunto la finale di Coppa Italia da protagonista, l’argentino ha vinto ieri l’andata in contemporanea con gli ex compagni, e fra pochi giorni potrebbe chiudere il discorso al Camp Nou e giocarsi l’atto finale.