Napoli in ansia per Petagna: Gattuso è in emergenza e fa la conta degli infortunati

calciopolis
CalcioPolis.it

Sono 8 gli infortunati di un Napoli già in emergenza, e Gattuso perde anche Petagna. L’attaccante è stato valutato oggi, le condizioni.

E’ emergenza in casa di un Napoli che fa i conti con lo stop di Petagna. Gattuso sta perdendo i pezzi, e dopo gli infortuni ad Ospina e Lozano, che si sommano al ko di Mertens e alle defezioni di Manolas e Koulibaly, perde un altro calciatore. Si tratta di Andrea Petagna, che si è fermato ed è stato sottoposto ad esami strumentali. Il giocatore ha avuto una distrazione parcellare del retto femorale destro, che gli causerà l’assenza per almeno 3 gare. Infatti, sarà assente contro il Granada, sia all’andata che al ritorno.

Intanto lo stop a Lozano preoccupa e molto. Nella gara contro la Juventus il messicano è rimasto stoicamente in campo nonostante il dolore, e la previsione inziale di 4 settimane ai box potrebbe essere solo una prima ipotesi. El Chucky rischia dover stare fermo per più di un mese, in un attacco che perde letteralmente i pezzi. Mertens infatti non è ancora arruolabile e in avanti resta il solo Insigne con Osimhen, ancora lontano da una condizione ottimale. Sarà prezioso Politano quindi nelle scelte di Gattuso che sono obbligate. Anche a centrocampo, dove Demme non è vicino al recupero.

Leggi anche: Lozano e Cuadrado, gli infortuni preoccupano: Napoli e Juve in ansia

Emergenza Napoli: Gattuso conta gli infortunati ed ha gli uomini contati anche in difesa

Napoli-Juventus ha tolto a Gattuso Ospina, Lozano e Petagna, infortunati dopo il match (Getty Images)

Non è solo il reparto offensivo a preoccupare Gattuso, obbligato a fare gli straordinari con il suo Napoli. Attualmente sono 9 le assenze, tutte pesanti, e la difesa preoccupa maggiormente l’allenatore calabrese. Dopo gli stop a Ghoulam e Koulibaly, fermato dal Covid, sono arrivate brutte notizie per Manolas e ora anche per Ospina. Lo stop nel riscaldamento del match con la Juve costringerà il numero 1 colombiano a star fermo per almeno 15 giorni. Poi nuove valutazioni, che intanto proseguono anche sul centrale greco.

I partenopei sono quindi obbligati nelle scelte, ma si godono la crescita di Meret e la nuova vita di Rrahmani, finalmente protagonista. L’ex Verona, che aveva trovato poco spazio, ha dimostrato contro i bianconeri di essere un elemento affidabile, e la coppia formata con Maksimovic sarà riproposta nei prossimi impegni. L’alternativa potrebbe essere nell’impiego di Di Lorenzo, che però è un esterno e non può dare grandi garanzie. Meret è invece nel momento forse più importante della sua carriera. L’assenza di Ospina gli regalerà continuità, ma se il portiere è quello visto contro la Juventus, i tifosi possono stare tranquilli.