Zhang, avvisa l’Inter e scatena la rabbia: “Taglieremo attività irrilevanti”

Uefa Inter zhang
La famiglia Zhang (Getty Images)

Le “attività irrilevanti” di Zhang aggiungono un nuovo capitolo sull’Inter. Nessun riferimento al club ma un indizio sul futuro che non lascia ben sperare i tifosi.

“Taglieremo le attività non rilevanti e ci concentreremo sul commercio” ha dichiarato Zhang Jindong, numero uno dell’Inter. Un messaggio che arriva dai media cinesi sulle nuove strategie della società di Nanchino. Suning ha infatti cambiato rotta, e si concentrerà sulle attività più rilevanti in un momento delicato per i mercati di tutto il mondo. “Dovremo focalizzarci sul campo principale – ha affermato Zhang – e disegnare una nuova linea di battaglia. Ci concentreremo sul commercio al dettaglio, e chiuderemo le attività irrilevanti senza nessuna esitazione”.

Non una parola sul club nerazzurro, ma una chiara indicazione sulle strategie che saranno adottare nei mesi a seguire. L’intenzione di cedere l’Inter è ormai chiara, ma fino ad oggi lo erano meno le modalità della trattativa. Suning ascolta le offerte ma non ci sono evidenze sulla scelta di una cessione per intero del pacchetto azionario o solo di una parte delle quote.

Un messaggio che potrebbe essere diretto ai fondi interessanti all’Inter, in una trattativa che potrebbe chiudersi nelle prossime settimane. Secondo quanto riferito dal Financial Times, la società ha bisogno di trovare in fretta 200 milioni di dollari per rispettare le scadenze del 31 Marzo, e questo dato potrebbe accelerare l’accordo con Bc Partners, al momento bloccato per la distanza fra domanda e richiesta. Intanto però c’è da stringere i tempi, e Suning potrebbe presto chiudere la sua esperienza nel calcio in Italia

Leggi anche: Derby Milan-Inter: Ibra contro Lukaku e Theo sfida Hakimi

Zhang avvisa l’Inter: “Taglieremo attività irrilevanti”. Le reazioni dei tifosi

Il messaggio video in cui Zhang ha parlato delle strategie Suning, aumenta le preoccupazioni in casa Inter. La famiglia cinese, proprietaria di un colosso del commercio, è da mesi lontana da Milano, ed è sempre più determinata a cedere. L’obiettivo è concentrarsi sul campo del commercio al dettaglio, e intanto sull’asse Londra-Nanchino si intensificano i contatti per la cessione del club. E’ ormai chiaro che Suning è sotto pressione ed è determinato a sfilarsi dalle vicende del calcio, ma le modalità restano sospese.

La Covisoc ha ricevuto rassicurazioni in merito al rispetto delle spettanze relative agli stipendi, ma le scadenze incombono e il passaggio delle quote è imminente. Bc Partners ha messo sul piatto 750 milioni in una prima offerta ritenuta inadeguata da Zhang. Dopo una rottura iniziale però le parti hanno continuato a trattare. Gli ingenti investimenti di Suning nell’Inter non favoriscono le trattative e la novità è in un cambio di strategia. Zhang potrebbe infatti preservare il capitale investito nel club, cedendo una parte del 68,55% di quote che attualmente possiede.

Portare avanti questa operazione gli consentirebbe di restare al timone con una quota di maggioranza, ma allo stesso tempo di rispettare le scadenze ed essere affiancato da partner solidi. In questo modo sarebbe più facile valutare gli scenari futuri e ci sarebbe più tempo per recuperare gli investimenti e allacciare nuovi contatti. Bc Partners valuta tale possibilità, e sullo sfondo restano Ares e ed Eqt, che vogliono evitare aste e attendono sviluppi. E intanto cresce la rabbia dei tifosi, feriti dalle parole del numero 1 del club e letteralmente scatenati sui social network.

https://twitter.com/PresMoratti/status/1362729565693566977