Haaland superstar ma non solo: la meglio gioventù del Borussia Dortmund

calciopolis
CalcioPolis.it

Il Borussia Dortmund è una fucina di talenti: alcuni dei più forti under 21 del mondo vestono giallonero oppure sono passati di lì. La programmazione del Dortmund tra picchi e cadute

La prestazione di Haaland contro il Siviglia negli ottavi d’andata di Champions League, ha appassionato tutti gli amanti del gioco del calcio. Il norvegese, che ha solo 20 anni, è stato acquistato per soli 20 milioni l’anno scorso dal Salisburgo, e oggi ne vale molti di più. Dopo gli andalusi, peraltro, si è ripetuto stasera nel Derby della Ruhr, molto sentito dai tifosi. Una doppietta per il bomber ed un gol davvero straordinario, roba da stropicciarsi gli occhi.

L’individuazione di Haaland come grande attaccante, non è stata certamente cosa difficile, visto il suo ottimo score col Salisburgo. Ma gli acquisti di Sancho, Reyna, Bellingham e Moukoko, apparivano tutt’altro che ottimi.

Il tempo sta dando ragione, però, al Borussia Dortmund, che con questa politica così forte incentrata sulla linea verde, riesce a divertire i tifosi con un gioco anche esso “giovanile” e frizzante, così come i suoi protagonisti.

Leggi anche >>> Haaland contro Mbappé

Leggi anche >>> I Coinceinçao, un’altra storia padre e figlio

La rivoluzione giovanile del Dortmund

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lars Ricken (@larsricken18)

Nel 2005 il Borussia Dortmund rischiò il fallimento; si decise di ripartire seguendo la stabilità e incentrando i costi maggiormente sulla “cantera” per dirla alla spagnola. La proprietà affidò il tutto a Lars Ricken, ex centrocampista, che dal 2008 ha preso il ruolo di responsabile del settore giovanile giallonero.

Grazie a lui ed al suo mantra sui giocatori veloci, dotati di grande tecnica, ma anche intelligenti, la squadra tedesca ha lanciato tantissimi campioni, tra cui Lewandosky, Reus, Gotze ed Hummels.

Non tutti sono diventati campioni, spesso non confermando le attese. Gotze, che decise la finale mondiale del 2014, non ha più brillato di luce propria ed oggi gioca nel PSV, dopo che lo stesso clubn della Ruhr se l’era ripreso per rilanciarlo; Reus non ha mai ingranato la marcia a causa del suo fisico di cristallo. Anche Kagawa, non è mai esploso ed oggi gioca nel Paok in Grecia.

Pulisic venduto per 64 milioni al Chelsea non sta esaltando i Blues, mentre Dembelé del Barcellona, ceduto per 130 milioni, non è stato finora il miglior sostituto di Neymar. Certamente il migliore è stato Lewandowski, trasferitosi ai rivali del Bayern a parametro zero.

Sancho, Bellingham, Reyna, Rijkhoff, Guerreiro, Moukoko e Reinier sono la nuova leva calcistica dei gialloneri. Chi di loro riuscirà a vincere la prova del tempo, chi di loro seguirà le orme dell’attaccante polacco, e porterà altre super plusvalenze al Borussia Dortmund?