Inter, lo sponsor ad un sito per adulti? C’è la proposta per Zhang

Classifica risultati Serie A
Eriksen, suo il gol del pareggio nerazzurro con il Napoli (Getty Images)

Inter, arriva la proposta per lo sponsor da un sito per adulti, che vorrebbe mettere il proprio logo sulle casacche nerazzurre. Zhang ha sul tavolo già due possibili idee.

L’Inter ha incassato una proposta “pepata” da parte di un sito per adulti, che vorrebbe figurare come sponsor sulle prossime maglie nerazzurre. Un logo quantomeno particolare per le casacche del club, che non ha ancora risposto al colosso del web. La società darà infatti l’addio a Pirelli, che dopo molti anni non vedrà il nome del marchio accostato alla squadra al club di Suning. Le chiamate però non sono mancate all’ufficio marketing della società nerazzurra, che ha già incassato l’interesse di Zhou Houjian, presidente del gruppo Hisense.

Non c’è ancora l’ufficialità, e in corsa ci sono Samsung ed Evergrande. Intanto però secondo le indiscrezioni in arrivo dal tabloid inglese Sun, c’è anche un colosso del web che si occupa di contenuti per adulti, e sarebbe pronto a mettere sul tavolo una cifra importante. Si parla di circa 20 milioni di sterline.

Un’offerta che di sicuro per le cifre potrebbe stuzzicare Suning, ma che di certo potrebbe scatenare polemiche. Non c’è ancora una risposta ufficiale da parte del club, che però ha già in mente come muoversi. In passato ci provò infatti Pornhub, senza però trovare sponda nelle società della massima serie. Proprio per questo un nuovo assalto sembra difficile, nonostante qualche calciatore in passato abbia accettato di indossare il marchio. Facendo molto discutere.

Leggi anche: Pessina, il professore dell’Atalanta: le curiosità sul gioiello di Gasperini e quella volta che indossò…

Inter, arriva la proposta per lo sponsor da un sito per adulti: non è la prima volta

Inter sponsor sito per adulti Pessina
Pessina, in passato un sito per adulti gli fece un regalo particolare (Getty Images)

Si tratta quindi di Stripchat, un sito che offre contenuti per adulti e con essi immagini di nudità che non sarebbero sicuramente in linea con le idee del club. L’Inter avrebbe incassato un’offerta pesante per lo sponsor, che conferma la volontà da parte dei colossi nel genere a luci rosse di provare ad entrare nel mondo del calcio. Il silenzio al momento è l’unica risposta dell’Inter, che non sembra affatto interessata ad avviare una partnership particolare.

In passato sono state tante le occasioni in cui i siti per adulti hanno provato a mettere i loro marchi sulle maglie di Serie A, ma le risposte sono sempre state negative. Nel basket invece è già accaduto, ma anche nel mondo delle corse e sulle maglie del Washington Square. In Italia invece i club hanno sempre rispedito al mittente le proposte. In qualche caso però alcuni atleti hanno mostrato indumenti con i loghi dei siti a luci rosse, facendo discutere.

Capitò a Pessina, che fece scalpore per una borsa con il marchio Pornhub, mentre in Germania la squadre dell’Oberwürzbach indossò sulla maglia il nome di una famosa attrice tedesca del settore a luci rosse. Stesso discorso per i Rutherford Raiders, squadra universitaria americana che grazie all’accordo con una famosa casa produttrice riuscì a farsi grande pubblicità. In Italia però le porte sono chiuse, e neanche la crisi di liquidità sembra spalancare le porte ai siti per adulti, che si scontrano con lo stile dei club in Serie A.