PSG, Pochettino si riprende la Ligue 1: come sono cambiati i parigini

psg ligue 1
Squadra del PSG (Getty Images)

Il PSG di Pochettino ritrova la testa della classifica dopo la vittoria col Lione. In tre mesi l’allenatore argentino ha cambiato la squadra.

In Ligue 1 la classifica in alto è parzialmente cambiata, infatti adesso in testa a pari punti ci sono PSG e Lille, che già in settimana aveva perso contro i parigini in coppa, e ieri ha subito un’altra sconfitta, stavolta contro il Nimes.

La prossima partita, dopo la sosta nazionali, sarà proprio PSG-Lille, un big match dove la squadra di Pochettino vorrà dare una sferzata decisiva al campionato, tenendo d’occhio anche l’impegno in Champions League. Invece, il Lille, vorrà ribadire un concetto già espresso in stagione, i cicli di vittorie devono finire prima o poi, e così anche quello dei parigini.

Quella della Ligue 1, è una classifica che è cambiata nei primi tre mesi del 2021. Infatti, il PSG ha esonerato Tuchel e ha preso Pochettino, e così facendo la squadra si è rimessa in marcia per il verso giusto, tanto in patria, quanto in Europa.

Leggi anche >>> Juve, Pirlo: rottura con la squadra e Agnelli?

Leggi anche >>> Xabi Alonso, nuova avventura in Bundesliga

Pochettino, come gioca il suo PSG

pochettino psg
Mauricio Pochettino allenatore del PSG (Getty Images)

Certamente, Mauricio Pochettino è uno degli artefici della cavalcata del PSG verso la prima posizione. Nonostante alcune cadute, tra cui una nello scontro diretto contro il Monaco in casa, adesso le cose sembrano andare meglio.

Il tecnico argentino, sin da quando è arrivato, ha subito capito che doveva sfruttare l’ottimo lavoro che aveva svolto il suo predecessore, oggi al Chelsea, Tuchel. Infatti, ha riutilizzato in fase di possesso, l’idea di partire dal basso, con i terzini che si alzano e uno dei centrocampisti che si abbassa tra i centrali, mentre in fase di non possesso, c’è una difesa a 5.

A cambiare maggiormente, però, è il ruolo del trequartista/regista, che può essere interpretato da Verratti, o anche da Paredes, addirittura alle volte da un attaccante. In ogni caso, il giocatore predefinito si abbassa per lasciare spazio agli inserimenti di terzini e attaccanti, con il solito Mbappé a correre per sfruttare le occasioni da gol.

L’avventura di Pochettino al PSG è quindi iniziata molto bene, complice non solo l’agguanto del primo posto in campionato, ma anche la vittoria agli ottavi di Champions League contro il Barcellona. Del resto, quello in cui deve riuscire il tecnico argentino, è soprattutto la gestione di giocatori così forti e dallo smisurato talento, una sfida che ha già vinto in passato.