Allenatore Roma: e se alla fine arrivasse Allegri?

Allegri
Allegri (GettyImages)

La panchina della Roma in balia dell’ennesima rivoluzione. Chi sarà l’allenatore. Da Allegri a Sarri, tutte le nuove idee.

La Roma alle prese con l’ennesimo scossone tecnico. La panchina di Fonseca traballa, qualcosa si è rotto tra il tecnico portoghese e la società, ed il quarto posto con relativo piazzamento in Champions League, sempre che la Roma non vinca l’Europa League, potrebbe non bastare per il rinnovo del tecnico che scatterebbe in automatico. I nomi che si fanno, circolano già da un po’, da Maurizio Sarri a Massimiliano Allegri, passando per idee ancor più suggestive.

In realtà la società giallorossa, stando alle ultime indiscrezioni trapelate dagli ambienti vicini alla dirigenza, non sembra avere le idee chiare rispetto al nome, o quantomeno al profilo del nuovo eventuale tecnico. Si parla di due fazioni opposte, all’interno della società capitolina, una che spingerebbe per una soluzione tutta italiana, Allegri e Sarri su tutti, l’altra promossa dal direttore generale Pinto, più propensa a guardare all’estero.

Leggi anche >>> Kalajdzic astro nascente dell’Austria: la Roma deve fare in fretta

Leggi anche >>> Calciomercato Roma, è l’anno zero: fra addii, obiettivi e il nuovo allenatore

Allenatore Roma: Sarri e Allegri protagonisti dell’ennesima sfida

Allegri Sarri
Allegri Sarri (GettyImages)

La pista straniera, promossa dal direttore tecnico Tiago Pinto, penderebbe, come anticipato verso la scelta di un allenatore straniero, giovane ed emergente. Esempi potrebbero essere Nagelsman, Conseicao o anche Amorim. Tutto è in mano alle due cordate insomma, con la suggestione Massimiliano Allegri sempre viva, che potrebbe portare a Roma, di certo, tanta esperienza. Il futuro è insomma ancora tutto da scrivere, soprattutto perchè la stagione non è ancora conclusa.

Massimiliano Allegri e Maurizio Sarri, protagonisti, insomma dell’ennesima sfida. Stavolta in palio non c’è lo scudetto, ma la panchina della Roma. A Trigoria, si respira aria di cambiamento, l’ennesimo in pochissimi anni, tra rivoluzioni annunciate in pompa magna ed addii al limite del chiassoso, la società prepara la nuova stagione. L’incertezza, a quanto pare, regna sovrana, ma c’è ancora tempo per organizzarsi e fare le scelte giuste.