Milan, spunta il nome di Mike Maignan per difendere i pali

Maignan Lille
Mike Maignan con la maglia del Lille (Fonte: Getty Images)

L’erede di Donnarumma potrebbe essere stato individuato: scopriamo nel dettaglio chi è Mike Maignan

Mentre il Milan sta provando a portare a termine il rinnovo di contratto di Gianluigi Donnarumma, in scadenza a giugno, e con non poche difficoltà, allo stesso tempo, avrebbe iniziato a guardarsi intorno per decidere un eventuale possibile sostituto del fuoriclasse portiere italiano. Il nome che sta riecheggiando di più in queste ore è quello del francese classe ’95 Mike Maignan.

Il portiere attualmente milita nel Lille primo in Ligue One (a pari punti col PSG), ed è anche grazie ai suoi 16 clean sheet se i francesi sono così in alto in classifica. Il transalpino ha un valore di mercato di 20 milioni di euro (dati Transfermarkt), e ben altri due top club europei lo starebbero corteggiando; Borussia Dortmund e Tottenham. Il club tedesco e la squadra allenata da José Mourinho, sarebbero infatti alla ricerca di un portiere di livello, e avrebbero messo anch’essi nel mirino il portiere 25enne.

Leggi anche >>> Milan, guarda che Calhanoglu: assist e gol incredibile con la Turchia – VIDEO

Leggi anche >>> Marcello Lippi incorona l’Italia di Roberto Mancini: “Sa vincere”

Il nodo del rinnovo di Donnarumma

Donnarumma Italia
Gianluigi Donnarumma con la maglia dell’Italia (Fonte: Getty Images)

Tutto dipende però da lui, da Gianluigi Donnarumma. Infatti, i rossoneri eviterebbero ben volentieri l’acquisto del portiere francese, se solo riuscissero ad arrivare ad un accordo proprio con Gigio e Mino Raiola, per l’estensione del contratto del ragazzo. Rinnovo che però fatica e tarda ad arrivare, proprio come 4 anni fa. Il Milan vorrebbe proporre ed accordarsi con Gigio per un contratto pluriennale e con uno stipendio ritenuto, però, insufficiente dall’entourage del calciatore.

Perché infatti sono ben 10 i milioni che l’estremo difensore e Raiola chiedono al club rossonero, oltre ad un rinnovo non pluriennale, bensì di 2 anni di durata. Queste clausole però si scontrano con le idee del club di Milano, che intanto sta temporeggiando. Ma giugno è vicino, e sull’estremo difensore napoletano ci sarebbero gli occhi di Manchester City e Paris Saint-Germain, club pronti ad accaparrarsi a 0 il cartellino del portiere italiano, e a farsi carico dei “soli” 10 milioni di euro di stipendio.