Lazio, Radu entra nella storia: sarà recordman di presenze

radu presenze
Stefan Radu difensore della Lazio (Getty Images)

Radu in occasione di Lazio-Spezia dovrebbe raggiungere le 402 partite con i biancocelesti, il che lo renderebbe il recordman di presenze.

La Lazio affronterà lo Spezia nel sabato pre-pasquale, cercando di tenere il passo per la lotta per la zona Champions League. Inoltre, sarà una partita speciale per Stefan Radu, che se giocherà, diventerà il recordman di presenze con la maglia biancoceleste.

Il rumeno, nel corso degli anni, si è imposto come pilastro vero e proprio della squadra, e nonostante i diversi cambi di allenatore e di compagni attorno a lui, è sempre rientrato nelle gerarchie di campo, e di gruppo, riuscendo a essere leader.

Radu, quindi, supererà Beppe Favalli come recordman di presenze con la Lazio, traguardo raggiunto ben 21 anni fa, nel 2000. Oggi, il centrale, nonostante i suoi 34 anni continua a offrire buone prestazioni, e adesso tramite la sua solidità difensiva, vuole riportare per il secondo anno consecutivo il suo club nell’Europa che conta.

Leggi anche >>> Lazio-Torino, Lotito e Cairo non ci stanno: cosa succede adesso

Leggi anche >>> Un Boca italiano: la Bombonera si infiamma – VIDEO

Radu, la sua storia alla Lazio

radu lazio
Lulic e Radu esultano per la vittoria nel derby di gennaio (Getty Images)

Stefan Radu, dunque, diventerà il recordman di presenze con la Lazio, continuando una storia iniziata nel 2007. Fu quello l’anno, infatti, del trasferimento dalla Dinamo Bucarest del centrale romeno, prima in prestito e poi a titolo definitivo per 4.75 milioni di euro.

Il 30 gennaio 2008, l’allora allenatore Delio Rossi lo fece esordire in Coppa Italia contro la Fiorentina, e insieme a lui giocavano sia Simone Inzaghi, attuale tecnico della Lazio, che Igli Tare, ovvero il direttore sportivo della società biancoceleste.

Radu, poi, nel corso degli anni fa sempre più presenze, soprattutto diventa titolare a partire dalla stagione 2009/2010. In quella stagione, difatti, è sceso in campo per ben 28 volte in Serie A, sancendo la sua consacrazione.

Tra i ricordi più belli, a suo dire, ovviamente ci sono i trofei vinti, e in particolare la Coppa Italia del 2013, con la finale vinta contro la Roma. Più recentemente, invece, il ritorno in Champions League, gli ha fatto assaporare delle emozioni importanti che vuole riprovare.

La storia di Radu alla Lazio, sta per diventare ancora più incredibile con il record di presenze, ben 402, da raggiungere domani con lo Spezia. I biancocelesti devono vincere, non solo per onorare al meglio il centrale rumeno, ma anche per continuare a lottare per il posto Champions.