Jerome Boateng, via dal Bayern a fine stagione: le possibili destinazioni

boateng bayern
Jerome Boateng difensore del Bayern (Getty Images)

Boateng è in scadenza a giugno e non rinnoverà col Bayern, su di lui ci sono anche club italiani.

Jerome Boateng non sta vivendo la sua migliore stagione al Bayern Monaco, e a 32 anni è pronto a cambiare squadra. Il suo contratto, infatti, scade a giugno 2021, e non sarà rinnovato così da permettergli di firmare con altre squadre.

Il centrale ha appeal in tutti i campionati top d’Europa e anche in Italia. Su di lui è forte l’Inter di Conte, che con l’addio quasi certo di Kolarov, avrà bisogno di un altro difensore per la difesa, sia se si giochi a 3 che a 4.

Anche la Juventus, però, medita di acquistare a zero Boateng, che potrebbe sostituire Giorgio Chiellini, di cui è quasi certo il ritiro. Inoltre, ci punta forte anche il Milan a cui un centrale serve a prescindere dalla situazione Romagnoli, che ha chiesto 6 milioni per rimanere nel club rossonero. Attenzione pure al Napoli, che perderà a zero Maksimovic e potrebbe lasciare andare anche Koulibaly in caso di mancata Champions.

Leggi anche >>> Stranger Things Quagliarella, ricordate quello sfogo anti Milan?

Leggi anche >>> Milik, tra Marsiglia e Juventus: il contratto prevede una clausola inaspettata

Boateng, oltre il mercato anche un anno pessimo

boateng mercato
Jerome Boateng in scadenza a giugno 2021 (Getty Images)

Per Boateng, quindi, il mercato si scalda. Oltre all‘Italia, spunta anche la Premier League con il Chelsea di Tuchel in pole. Tuttavia, a pesare molto sul giocatore c’è anche il caso di cronaca che lo ha visto di scena a febbraio.

Quando era col Bayern in Qatar per il Mondiale per Club, ecco che è dovuto tornare in Germania per la morte dell’ex fidanzata, con la quale si era lasciato da una settimana. Tutto questo, ha chiaramente influito sul difensore tedesco che ha comunque continuato a giocare in Bundesliga con la stessa professionalità.

Questa, però, non gli è stata riconosciuta, a quanto pare, da Honess. Questi è il presidente onorario del Bayern che lo ha criticato dicendo che non deve essere convocato ai prossimi Europei. Di contro, ci ha pensato l’allenatore dei bavaresi Flick a difendere il proprio giocatore, affermando che si devono sempre sostenere i calciatori della propria squadra.

Per Jerome Boateng, dunque, la stagione non è certamente andata nel migliore dei modi. Il mercato impazza, il brutto fatto di cronaca, le dichiarazioni contro di lui, insomma per il centrale tedesco, forse, cambiare aria a fine stagione sarà un sollievo.