Napoli-Crotone 4-3: la strana coincidenza, successe 10 anni fa…-Video

napoli crotone
Esultanza del Napoli dopo il 4-3 di Di Lorenzo al Crotone (Getty Images)

Il 3 aprile è una giornata pazza per il Napoli, oggi il 4-3 al Crotone, nel 2011 stesso risultato contro la Lazio.

Il Napoli ha vinto ancora portando a 5 le vittorie di fila in campionato, e arrivando a 7 risultati utili di fila. La vittoria era scontata prima del match, ma è il modo in cui è avvenuto ad aver dato spettacolarità a una gara, altrimenti senza nulla da dire.

Gli azzurri di Gattuso, infatti, hanno battuto con un pirotecnico 4-3 il Crotone di Cosmi. In vantaggio per 2-0, subiscono il 2-1 subito dopo il raddoppio, ma riescono a andare all’intervallo sul 3-1. Tuttavia, il Crotone riesce a accorciare le distanze a inizio secondo tempo, e a pareggiare su un erroraccio di Maksimovic.

Il Napoli, però, trova la forza per reagire e riesce, con un gran diagonale sinistro di Di Lorenzo a segnare il 4-3. Un risultato incredibile, in cui gli uomini di Gattuso ci hanno messo del proprio, ma che certamente era inaspettato prima del match.

Leggi anche >>> Inter, Ranocchia torna titolare: lo scudetto passa da Bologna

Leggi anche >>> Quagliarella, gol da 30 metri: ma che errore Theo Hernandez – VIDEO

Napoli, un altro 4-3 il 3 aprile come contro la Lazio

Il 4-3 con cui il Napoli ha superato il Crotone, è avvenuto esattamente 10 anni dopo, quello sulla Lazio. Infatti, il 3 aprile 2011, azzurri e biancocelesti scendevano in campo in un San Paolo strapieno, in lotta per le posizioni europee.

Il tabellino lo sblocca la Lazio dell’ex Edi Reja, allenatore dei partenopei nella risalita dalla C alla A, con Stefano Mauri nel primo tempo. Dopo 12 minuti dall’inizio del secondo, sembra arrivare la mazzata decisiva per il Napoli, con il raddoppio di Dias.

Dal 15esimo al 17esimo, però, Dossena e Cavani rimettono a posto le cose, riacciuffando la Lazio. Questa, ripassa in avanti con l’autogol di Aronica al 23esimo, ma gli azzurri riprendono ancora gli avversari con un rigore di Cavani. Infine, è sempre l’uruguaiano segnare il 4-3 per i partenopei, facendo, come si suol dire, cadere lo stadio.

10 anni esatti dopo, dunque, è ancora 4-3 per il Napoli, stavolta contro il Crotone e in modo diverso. L’importante, comunque, per la squadra di Gattuso è stato tenere il passo per la lotta Champions e non perdere punti proprio alla vigilia della sfida con la Juventus. Fatto sta, che alle volte, le coincidenze sono incredibili.