Cagliari, Nainggolan non ci sta: tensione nello spogliatoio

Cagliari Nainggolan tensione spogliatoio
Cagliari tensione nello spogliatoio: le parole di Nainggolan destano preoccupazione (Getty Images)

Il Cagliari vive momenti di tensione e Nainggolan sbotta dopo la sconfitta contro il Verona: spogliatoio caldo in casa sarda.

Attimi di tensione nello spogliatoio del Cagliari. Dopo la sconfitta contro il Verona si complica la situazione per i rossoblu, risucchiati nelle zone caldissime della classifica. Il terzultimo posto è un cattivo presagio e l’effetto Semplici sembra essere di colpo svanito. Tutte cattive notizie per una squadra che ha i mezzi per centrare la salvezza, ma vive un momento delicato. Il Torino ha infatti 2 punti in più, e Spezia e Benevento sembrano destinate a centrare una storica permanenza in Serie A.

C’è tensione quindi nell’ambiente sardo, e si è inevitabilmente propagata nello spogliatoio. La Gazzetta dello Sport ha svelato infatti un retroscena che complica la corsa dei rossoblu. Sembra infatti che dopo la sconfitta con il Verona ci siano stati duri confronti nello spogliatoio fra i componenti della squadra.

Semplici non sembra essere in discussione nonostante qualche scelta indigesta ai tifosi rossoblu. Lo sfogo di Nainggolan però testimionia un momento che il Cagliari deve archiviare immediatamente. Troppo grande il pericolo di retrocedere e troppo imponenti le spese del club per non guadagnare la permanenza in Serie A.

Leggi anche: Juve, altro che pugno duro: Dybala, McKennie e Arthur in gruppo

Cagliari, alta tensione nello spogliatoio e Nainggolan sbotta: “Salvarsi sarà difficile”

Nainggolan Cagliari
Nainggolan parla del momento del Cagliari (Getty Images)

Duri confronti e tensione alle stelle. La Gazzetta dello Sport parla di un momento delicato per il Cagliari dopo la pesante sconfitta incassata contro il Verona. Le parole di Nainggolan testimoniano le difficoltà e il calendario non sorride ai sardi. Nei prossimi tre match Semplici affronterà l’Inter, poi l’Udinese, la Roma e il Benevento, che potrebbe essere un crocevia fondamentale per la stagione. Cammino delicato anche per il Torino, che però ha ancora una gara da giocare. E soprattutto due punti di vantaggio, che potrebbero essere determinanti.

Serve una virata netta, che non contempla l’esonero di Semplici. Almeno al momento. Le parole di Nainggolan però complicano le cose. “Salvarsi sarà difficile”, ha dichiarato il Ninja. Le sue dichiarazioni sembrano chiudere i discorsi e incutono timore nella tifoseria sarda, e il calciatore rincara la dose. “Si gioca, si vince e si perde in undici – ha sottolineato il centrocampista dopo la sconfitta con il Verona -, ma qui pare che in campo ci sia solo Nainggolan. Io sto giocando davanti alla difesa e faccio tutto ciò che mi chiede Semplici. Mi chiedono di essere leader, di tirare, di fare gol. Non è tennis, se lo fosse stato sarebbe stata solo colpa mia”.

L’ex Roma e Inter non risparmia critiche al gruppo. “Non sarà semplice, perché questa squadra manca di personalità. Sarà dura centrare la salvezza, ma di certo noi non ci tireremo indietro”, ha chiuso il discorso ai microfoni di Sky. Alta tensione quindi in casa Cagliari. Servirà subito una vittoria a Semplici per evitare un tonfo clamoroso.