Fuorigioco, arriva la svolta: ai mondiali in Qatar una storica innovazione

fuorigioco mondiali qatar
Arséne Wenger, ha svelato la nuova regola sul fuorigioco da introdurre ai Mondiali in Qatar (Getty Images)

Svolta storica nella regola del fuorigioco, che potrebbe essere introdotta già nei Mondiali in Qatar. Un grosso aiuto per i guardialinee.

I Mondiali del Qatar saranno la rinascita del calcio a livello globale, e proprio nella manifestazione più attesa, potrebbe essere introdotta una innovazione che cambierebbe le discussioni sul fuorigioco. Una svolta storica, già testata nel Mondiale per Club di febbraio. La Fifa ha pronto un sistema che andrebbe a facilitare il compito dei collaboratori dell’arbitro. Lo riporta il Times, che ha ascoltato Arséne Wenger. L’ex allenatore dell’Arsenal, che ricopre il ruolo di Chief of global Football Development per conto della Fifa, ha svelato quali sono stati gli esperimenti già fatti, che al Mondiale in Qatar potrebbero tradursi in una svolta in merito al fuorigioco.

“In media se un arbitro deve controllare un fuorigioco dubbio alla Var si impiegano 70-80 secondi – ha affermato l’ex tecnico dei Gunners e diventa anche brutto vedere spesso i calciatori che festeggiano e il gol viene poi annullato. Ritengo che questa innovazione possa essere un passo in avanti fondamentale”.

L’obiettivo è quindi velocizzare le partite, snellire le procedure ed aiutare gli arbitri, spesso nel mirino. La Var da sola non ha risolto alcuni problemi, come spesso si è notato negli ultimi incontri. Ecco perché arriva la svolta sul fuorigioco, che renderà i Mondiali in Qatar ancora più appassionanti e fruibili per i tifosi.

Leggi anche: Var e ammonizione, la regola che fa discutere: da Can a Pjanic

Mondiali in Qatar, arriva la svolta epocale sul fuorigioco: “Sarà automatico”

fuorigioco mondiali qatar
Ai mondiali in Qatar i guardialinee potrebbero avere un grande aiuto sul fuorigioco (Getty Images)

Si tratta quindi di un riferimento tecnologico, che sarà dato ai collaboratori di linea. Niente più errori sul fuorigioco, in un sistema che sarebbe simile a quello che consente all’arbitro di verificare se la palla ha varcato o meno la linea di porta. I guardialinee riceveranno un impulso immediato sull’orologio e segnaleranno immediatamente al direttore di gara l’eventuale posizione di off-side dei calciatori.

“Penso che sarà pronto per il 2022” ha ammesso Wenger nel commentare l’introduzione tecnologica prevista per il fuorigioco nei Mondiali del Qatar. Alla base ci sarebbe la volontà della Fifa di evitare l’annullamento di troppi gol che arriva in ritardo dopo il consulto Var. Con il metodo testato già nel Mondiale per Club, i tempi sono stimati in circa 5 secondi, e le partite sarebbero più veloci, con meno pause e decisioni corrette senza sbavature.

“Ritengo che sia un passo in avanti fondamentale per l’intero sistema calcio – ha concluso Wenger – e aiuterebbe non solo i direttori di gara, ma andrebbe a snellire anche il lavoro della Var”. Tutto pronto quindi, ma un ultimo passo da compiere. Il sistema funziona ed è stato già testato, e la Fifa attende il via libera della IFAB che valuta l’introduzione di nuove regole nel calcio. Il fuorigioco ai Mondiali del Qatar potrebbe essere l’ultimo dei pensieri per gli arbitri, e la tecnologia potrebbe cancellare decenni di polemiche e di errori mai dimenticati dai tifosi.