Tempio del Calcio: il Museo di Coverciano e le altre mete spirituali dei tifosi

Stadio San Siro
Stadio San Siro (Getty Images)

L’Italia ha una storia dello sport fra le più solide al mondo. Il Museo del Calcio è solo la prima tappa del pellegrinaggio di un tifoso

I numeri pubblicati dalla Lega Calcio parlano chiaro: 37 milioni di seguaci solo per le squadre di Serie A. In Italia il pallone non è solo una distrazione o un business che vale milioni; ormai lo sport è entrato nelle ossa degli cittadini come un tempo i gladiatori del Colosseo erano parte delle mura di Roma.

Il Museo di Coverciano è solo uno dei tanti luoghi di culto visitabili dagli appassionati di calcio. Gli altri?

Leggi anche: Superlega, tifosi dei club contrari: rivolta fuori lo Stamford Bridge – VIDEO

Leggi anche: Tomori, il suo vero nome è infinito: il VIDEO diventa virale

Le nuove chiese dei tifosi

Il Museo del Calcio si trova in via Aldo Palazzeschi 20, a Firenze, zona Coverciano. La galleria è stata inaugurata il 22 maggio 2000 dopo dieci anni di lavori, ed è composta da sei sale che ripercorrono la storia del calcio italiano dal 1934 ad oggi. Su richiesta è possibile visitare anche il Centro Tecnico Federale dove si allenano gli azzurri della nazionale.

San Siro è da molti definita la Mecca del Calcio: un luogo dove un appassionato di pallone deve andare almeno una volta nella vita. Lo stadio dispone di una mostra all’ingresso 8, chiamata il “Museo di San Siro”, dove si possono osservare maglie e cimeli conquistati da Inter e Milan in un secolo di competizioni.

Per i tifosi milanisti c’è anche “Mondo Milan”, in via Aldo Rossi 8, in zona Portello. Una volta entrati nel tempio rossonero, si passa dalla Galleria dei Campioni, alla Sala dei Palloni, per finire il tour nella Sala dei Trofei, con tutte le coppe vinte dai rossoneri. Contando che il Milan è la terza squadra al mondo per successo internazionali, assicuratevi di avere la macchina fotografica carica prima di entrare.

Se passate da Torino fermatevi allo Juventus Stadium a visitare lo “J Museum”, strutturato su due piani e con un percorso di 2014 m². Ma se siete di sponda granata, allora non perdetevi il Museo del Grande Torino, in via La Salle 87 a Gurgliasco. La galleria si trova nella magnifica Villa Claretta Assandri ed è visitabile solo su prenotazione.

Non tutte le squadre della Serie A hanno un museo, neppure il Napoli, la Roma o la Lazio. Anche se nella capitale, in via Merulana 10, vicino alla Basilica di Santa Maria Maggiore potete trovare il Football Museum The Fans, con oltre 200 cimeli provenienti da tutta Italia, compresi palloni e scarpe di inizio ‘900.