Mourinho beffa Sarri: quale sarà il futuro del tecnico toscano?

Maurizio Sarri Napoli
Maurizio Sarri, ex allenatore del Napoli (fonte foto Getty Images)

Con l’arrivo di Mourinho alla Roma, si riapre il mercato per Maurizio Sarri: ecco dove potrebbe allenare il tecnico toscano nella prossima stagione.

Sembrava ormai fatta per l’approdo di Maurizio Sarri alla Roma. Fino al primo pomeriggio del 4 maggio, il tecnico di Figline era dato da tutti come il futuro allenatore della squadra giallorossa. Invece, come un lampo nel buio, la proprietà americana del club ha in ufficializzato l’addio di Fonseca e dato il benvenuto a José Mourinho, lo Special One.

Un colpo clamoroso, sensazionale, per i Friedkin, che ha fatto esultare e sognare il popolo capitolino. Ma cosa sarà adesso dell’ex allenatore del Napoli? Resterà fermo un’altra stagione? Difficile immaginarlo. Non mancano infatti le ipotesi romantiche in Italia, ed all’estero gli estimatori sono pronti a tornare alla carica. Ecco dove potrebbe allenare.

Leggi anche -> In casa Napoli si pensa al futuro allenatore: l’ultima voce dice Spalletti

Futuro Sarri: tornano le ipotesi Napoli e Fiorentina, occhio al Milan

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri (foto Getty Images)

L’annuncio di Mourinho alla Roma è stato accolto con gioia a Napoli. Non è un mistero che gran parte della tifoseria partenopea, in caso di divorzio (quasi certo) da Gattuso, vedrebbe di buon occhio il ritorno di Sarri sulla panchina azzurra, per tornare a sognare e riprendere il percorso interrotto tre stagioni fa. Resta un’ipotesi difficile, anche perché tutti danno ormai per certo l’arrivo in azzurro di Luciano Spalletti. Ma visto quel che è accaduto a Trigoria, non sono più da escludere colpi di scena.

E a proposito di colpi di scena, non è impossibile un approdo romantico del tecnico di Figline Valdarno alla Fiorentina. A livello di curriculum non sarebbe forse un passo in avanti, ma non è un segreto che in passato contatti con la Viola ci siano già stati. Negli ultimi giorni Commisso sembrerebbe poi aver mollato la pista verso Gattuso. Che possa essere un indizio?
Ma c’è un’altra panchina italiana che potrebbe essere pronta ad accogliere l’allenatore toscano: il Milan. Qualora Stefano Pioli non dovesse riuscire a centrare l’obiettivo Champions, dopo aver a lungo sognato lo scudetto, un divorzio non sarebbe da escludere. E anche sull’altra sponda di Milano c’è chi accoglierebbe Sarri a braccia aperte: al momento Conte è ben saldo sulla panchina dell’Inter dopo aver riportato il Tricolore ad Appiano Gentile, ma in caso di un suo passo indietro dovuto a divergenze con la proprietà, il nome di Sarri tornerebbe di certo in auge.
Napoli, Fiorentina e Milan possono essere suggestioni, tuttavia dopo l’addio alla pista Roma, la strada più sicura per il futuro di Maurizio Sarri sembrerebbe però portare nuovamente all’estero. Dopo l’avventura sulla panchina del Chelsea, non è da escludere un ritorno in Premier del tecnico toscano. E sono due le principali candidate pronte ad accogliere le sue idee calcistiche: il Tottenham e l’Arsenal. Insomma, al momento il suo futuro è un rebus. Quel che è certo è che la notizia di Mou alla Roma potrebbe dar vita a un valzer di panchine capace di rendere elettrizzante il mercato allenatori in tutta Europa.