Vignato, il futuro attende: il Bologna se lo tiene stretto e le big lo aspettano

vignato futuro
Emanuel Vignato giocatore del Bologna (Getty Images)

Vignato dopo la tripletta di assist alla Fiorentina, vuole continuare a fare bene in futuro. Nel suo passato, emerge addirittura un rifiuto al Barcellona.

Emanuel Vignato è passato un po’ in ombra nonostante la grande prestazione contro la Fiorentina, a causa dei 3 gol di Palacio. Tutti e 3 gli assist, però, portano la sua firma, ovvero quella di un giocatore talentuoso con un futuro tutto da scrivere.

L’ala destra del Bologna, che all’occorrenza può giocare anche a sinistra e al centro della trequarti offensiva, spaziando su tutto il fronte, può vantare sulla stima incondizionata di Mihajlovic, il quale lo ha voluto già a gennaio 2020, capendone le doti.

Vignato nel suo futuro potrà continuare a migliorare, e dovrà vedere ancora rossoblù. Del resto, se come già da programma, dovranno partire due big, ecco che l’attaccante esterno potrà certamente emergere ulteriormente la prossima stagione.

Leggi anche >>> Calciomercato Lazio, tanti big nel mirino: occhi in casa Manchester United

Leggi anche >>> Rivoluzione Mourinho: ecco come sarà la sua Roma

Vignato ha detto no al Barcellona, non è l’unico caso

scuffet atletico
Simone Scuffet giocatore dell’Udinese (Getty Images)

Vignato certamente pensa al futuro, ma il suo passato è già ricco di qualcosa di clamoroso. Infatti, il giocatore ora in forza al Bologna, ha rifiutato il Barcellona, perché non si sentiva pronto ad andare in una squadra così grande, gli serviva un ulteriore passo da fare.

Altri casi del genere ci sono stati nel corso degli anni, ad esempio quello di Simone Scuffet dell’Udinese. L’ex portiere prodigio, infatti, fu avvicinato dall’Atletico Madrid che lo avrebbe voluto per trovare qualcuno in porta al posto di Courtois rientrato al Chelsea, ma Scuffet rifiutò.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pietro Pellegri (@pietropellegri)

Altri casi, invece, hanno visto giocatori italiani accettare il grande passo, fallendo miseramente. L’ultimo, è certamente quello di Pietro Pellegri, che in forza al Monaco, e arrivato come più giovane calciatore di sempre a giocare in Serie A, nonché anche come più giovane di sempre ad aver firmato una doppietta, sta faticando parecchio.

Altri esempi, sono anche Lupoli e Macheda. Il primo passato dalle giovanili del Parma all’Arsenal, mentre il secondo da quelle della Lazio al Manchester United. Entrambi, purtroppo, si sono persi per strada.

Il futuro, dunque, è tutto dalla parte del 20enne Vignato. Il talento c’è, un grande allenatore che fa crescere bene i giovani pure, insomma, il Barcellona o qualche altro grande club possono aspettare.