Real Madrid Zidane, Perez ha deciso: gli scenari per il futuro

Zidane lascia il Real Madrid
Florentino Perez e Zinedine Zidane (Getty Images)

La sconfitta del Real Madrid contro il Chelsea è al vaglio di Florentino Perez: Zidane e i calciatori sono sotto la lente d’ingrandimento, e domenica c’è il Siviglia.

La nuova generazione del calcio contro una serie di campioni sul viale del tramonto. Chelsea-Real Madrid ieri ha premiato la freschezza atletica dei Blues. Una squadra giovane, che ha corso il doppio rispetto agli avversari, e che offre spunti di calcio fisico e verticale. L’opposto di quanto hanno messo in mostra i blancos. La qualità di Modric, Benzema, Sergio Ramos, non si discute. Contro un undici che ha messo pressione dal primo all’ultimo minuto però, il Real Madrid si è sgretolato, e Zidane ha detto addio alla Champions.

Medita quindi Florentino Perez, che sa di avere in mano un tecnico vincente ed esperto. Il ciclo del Real Madrid però sembra essere giunto al termine, e non vincere la Liga potrebbe essere l’ultimo tassello in un quadro già chiaro al presidente delle Merengues. I venti di rivoluzione soffiano forte sulla capitale spagnola, e i tabloid iberici specificano che c’è un piano di Florentino Perez già pronto ad essere varato.

Leggi anche: Liga, Barcellona-Atletico e Real-Siviglia: giornata decisiva per il titolo

Real Madrid Zidane: ultimi match per il francese? Perez valuta i nomi per il nuovo corso

allegri zidane
Allegri e Zidane: Il Real Madrid riflette (Getty Images)

“É l’ora di cambiare”. Lo scrive Marca, che svela l’idea di Florentino Perez. Troppo dura da digerire la sconfitta del Real Madrid per non mettere in discussione Zinedine Zidane. Il tabloid spiega che la decisione era già da tempo nella mente del numero uno del club, che potrebbe accelerare una scelta clamorosa. Zidane e Perez avrebbero già discusso, e l’ultima parola spetta al tecnico. La società però sarebbe già alla ricerca dell’eventuale sostituto.

Il nome caldo, almeno stando alle indiscrezioni riportate da Marca, sarebbe quello di Raúl González Blanco, che dal Castilla farebbe il grande salto. Sarebbe una scelta logica, e secondo Perez anche necessaria. Nella lista del club, racconta Marca, c’erano Nagelsmann, Pochettino e Mourinho, che però hanno già trovato sistemazione.

Sarebbe quindi corsa a due, fra Raúl e Allegri. Ecco che potrebbe scattare il domino delle panchine. Se Allegri riuscisse a scavalcare Raúl nelle gerarchie di Perez, Zidane potrebbe lasciare il Real Madrid e diventare il candidato numero uno per la panchina della Juventus. Un giro clamoroso, che però inizia a trovare conferme, e che potrebbe coinvolgere diversi top club l’Europa.