Napoli, Manolas e Rrahmani titolari: i precedenti non fanno ben sperare

manolas rrhamani
Kostas Manolas giocatore del Napoli (Getty Images)

Coppia di centrali inedita per Gattuso contro lo Spezia, con Manolas e Rrahmani pronti a ripartire da titolari insieme.

Emergenza per la difesa del Napoli, in particolare per i centrali. Prima Koulibaly si è infortunato, e prima di Firenze non dovrebbe tornare. Poi Maksimovic è risultato positivo al Covid-19. Questo, difatti, spinge Gattuso verso lo schieramento di Manolas e Rrahmani da titolari.

Non è un inedito per il Napoli, visto che entrambi sono partiti dal primo minuto la prima volta contro l’Udinese all’andata, praticamente un girone fa, e le cose non sono andate bene. Infatti, il kosovaro partì subito malissimo, regalando con un retropassaggio il gol del pareggio ai friulani. C’è però da dire, che era solo la prima partita in stagione per lui, che fu sostituito all’intervallo. L’ex Roma, invece, si fermò a partita in corso già nel primo tempo.

Il secondo match che ha visti insieme Manolas e Rrahmani non da titolari, bensì nel disastroso finale contro il Sassuolo. Gattuso sbagliò decisamente a mandare in campo il greco solo per fargli riprendere la condizione dopo il rientro dalla positività al Covid-19, e infatti fu proprio lui a provocare il rigore del 3-3 segnato da Berardi a tempo scaduto.

Leggi anche >>> Calciomercato, Real furibondo con Hazard: il Chelsea ci ripensa

Leggi anche >>> Udinese-Bologna, date un calcio alla noia!

Manolas e Rrahmani, le finali per rilanciarsi

rrhamani napoli
Amir Rrahmani giocatore del Napoli (Getty Images)

Il Napoli per qualificarsi alla prossima Champions League deve vincere tutte le prossime 4 partite restanti, affrontandole come delle finali, che serviranno anche a Manolas e Rrahmani per rilanciarsi in vista della prossima stagione.

Partendo dal greco, questi ha sofferto molto la mancata preparazione estiva, visto la poca distanza tra la fine dell’annata scorsa e l’inizio di quella attuale, e non ha offerto la stessa consistenza dello scorso anno, che lo aveva visto come uno dei pochi che si salvava nell’ultimo Napoli di Ancelotti. Nelle ultime partite, però, Manolas si è ripreso e sembra tornato a guidare con sicurezza la difesa.

Passando a Rrahmani, invece, questi come detto ha avuto un brutto inizio di stagione, in cui non ha mai praticamente visto il campo, solo 3 minuti contro il Cagliari prima della sciagurata partita a Udine. Successivamente, però, il kosovaro si è ripreso offrendo alcune ottime prestazioni, come contro la Juventus in casa.

Manolas e Rrahmani, dunque, sono pronti a difendere la porta azzurra dall’attacco dello Spezia. 4 partite sono rimaste e devono essere fatte a tutta per poter andare in Champions League. Così facendo i due centrali potranno rilanciarsi alla grande per la prossima stagione.