Calhanoglu-Milan, rinnovo in stand-by: il motivo della frenata

calhanoglu milan rinnovo
Hakan Calhanoglu: rinnovo Milan in stand-by (Gettyimages)

Il Milan e Hakan Calhanoglu non hanno ancora trovato l’intesa sul rinnovo del contratto: le ragioni della frenata. 

Mesi di negoziazioni potrebbero non bastare. C’è troppa distanza tra richiesta e offerta e c’è il rischio concreto di mandare all’aria una storia d’amore lunga 4 anni. Hakan Calhanoglu ed il Milan non hanno ancora trovato l’accordo per il rinnovo, quando il contratto tra le parti scadrà al termine di giugno. Insomma, ora incombe la fretta e la pazienza sia del calciatore che della società potrebbe finire.

Stando a quanto rivelato da Sky Sport, la trattativa non si sarebbe ancora sbloccata e il club rossonero starebbe già pensando all’alternativa. Intanto, il centrocampista turco è in ritiro con la Nazionale in vista degli Europei, ma potrebbe non far mai più ritorno a Milanello.

Leggi anche >>> Calhanoglu Milan sarà addio? Il contratto scade il 30 giugno

Calhanoglu, salta il rinnovo col MIlan? Addio dopo 4 anni

Calhanoglu
Calhanoglu (GettyImages)

L’avventura del centrocampista #10 con la maglia rossonera potrebbe esser terminata con la conquista della Champions League. Hakan Calhanoglu rischia di non trovare l’intesa sul rinnovo del contratto con il Milan e sarà libero di firmare con una nuova squadra già nei prossimi giorni. Non sarà affatto difficile trovare club pronti ad accontentarlo, visto l’annata appena trascorsa.

Così come per il club, che già sonda sul mercato un altro “10” potenzialmente libero. Infatti, il Milan starebbe virando forte su Rodrigo De Paul dell’Udinese. L’argentino ha ormai deciso di salutare i bianconeri e fare il grande salto in una squadra che lo porti in Champions League. Prenderà l’eredità di Calhanoglu, pur ricoprendo un ruolo leggermente diverso.

Dunque, dopo 135 presenze e 22 gol, Hakan potrebbe dire definitivamente addio ai Diavoli rossoneri. Il giocatore si è fatto apprezzare soprattutto negli ultimi anni, ma ha vissuto momenti difficili appena arrivato, a causa del suo scarso rendimento. La società e gli allenatori ci hanno sempre creduto e gli hanno ritagliato un ruolo chiave al centro del gioco. Ma ora le strade potrebbero definitivamente separarsi.