Cristiano Ronaldo alla Roma: la Conference League è un limite o un incentivo?

Cristiano Ronaldo alla Roma
Cristiano Ronaldo, giocatore della Juventus (Getty Images)

Cristiano Ronaldo alla Roma è un affare difficile ma non impossibile. Fra i tanti motivi che lo complicano, ci sono anche dettagli che favoriscono i contatti.

É iniziata l’era Allegri 2.0. Agnelli ha scelto di tornare al passato, e alle 13.13 l’allenatore livornese ha varcato nuovamente i cancelli della Continassa. Sarà protagonista di un incontro in società dal quale usciranno fuori le mosse dei bianconeri. Sono tante le questioni sul tavolo. Dal possibile arrivo di Donnarumma, al rinnovo del prestito di Morata fino al capitolo centrocampo e alla vicenda Dybala. Il nodo più importante da sciogliere sarà però relativo a Cr7.

Le voci che vorrebbero Cristiano Ronaldo alla Roma non hanno trovato conferme ma neanche smentite. Sarebbe un affare economicamente complicato, e in caso di addio sarà il portoghese a scegliere la destinazione. Fra i tanti ostacoli però ci sono alcuni dettagli che spianano la strada alla trattativa. Prima di intavolarla però, bisognerà capire le scelte di Allegri, che già oggi potrebbe rinnovare la fiducia al capocannoniere dello scorso anno, o dargli il benservito.

Leggi anche: Locatelli, l’ad del Sassuolo spaventa la Juventus: la trattativa può saltare

Cristiano Ronaldo alla Roma: quel dettaglio che potrebbe stuzzicare il portoghese

Ronaldo Getty Images
Cristiano Ronaldo ialla Roma? Difficile ma non impossibile (Getty Images)

Per tentare l’assalto a Cristiano Ronaldo, alla Roma servirebbe innanzitutto l’ok del calciatore, condizionato in primis dalla scelta di Allegri e dalla sua volontà. C’è di mezzo il Manchester United, che sarebbe in pole, ma qualche argomento i giallorossi lo hanno. Prima di tutto l’arrivo di Mourinho in panchina, che con Tiago Pinto potrebbe allargare la schiera dei portoghesi nella capitale.

Poi ci sarebbe l’assalto ad uno dei due titoli che il calciatore, collezionista di trofei, non ha ancora nella sua immensa bacheca personale. La Conferenze League infatti prenderà il via nella prossima stagione, e il portoghese potrebbe essere la vera stella del torneo, che la Roma affronterà da protagonista. Potrebbe essere un incentivo, o magari un ostacolo per l’attaccante che sogna di vincere nuovamente la Champions. Fra gli aspetti che potrebbero favorire il suo passaggio in giallorosso c’è anche quello economico. Cr7 restando in Italia godrebbe di un regime fiscale diverso rispetto a quanto accade in Inghilterra. Motivi che potrebbero spingere gli ambiziosi Friedkin a tentare un approccio molto complicato, ma non del tutto impossibile.