Dopo Sarri, alla Lazio sognano Insigne: l’asso nella manica è Immobile

Insigne Lazio
Lorenzo Insigne con CIro Immobile (fonte foto GettyImages)

Maurizio Sarri ha raggiunto un accordo con la Lazio: tra le richieste dell’allenatore ci sarebbe anche Lorenzo Insigne.

Il sogno di mercato della Lazio ha un nome e un cognome di primissimo livello: Lorenzo Insigne. Dopo aver ormai definito l’accordo per l’approdo sulla panchina di Maurizio Sarri, emergono i primi dettagli sulle richieste, o presunte tali, del tecnico di Figline Valdarno. L’allenatore toscano, che sarebbe pronto a firmare un contratto da circa 4 milioni all’anno, avrebbe infatti chiesto al presidente Lotito non solo garanzie economiche, ma anche e soprattutto tecniche.

Il primissimo colpo di mercato per il club biancoceleste potrebbe essere Elseid Hysaj. Il terzino albanese, che piace molto anche a Igli Tare, si libererà a parametro zero dal Napoli il 30 giugno e sarebbe molto felice di ritrovare Sarri, l’allenatore che più lo ha saputo valorizzare sia all’Empoli che nel club partenopeo. Ma il nome in grado di incendiare la piazza biancoceleste sarebbe proprio quello del numero 24 azzurro, alle prese con un rinnovo complicato con il club di De Laurentiis. E per convincerlo la Lazio sarebbe pronta a giocarsi un asso nella manica: Ciro Immobile.

Leggi anche -> Lorenzo Insigne, scugnizzo cuore d’oro e dal corpo pieno di tatuaggi

Lorenzo Insigne nel mirino della Lazio: spunta la presunta offerta

Insigne Lazio Immobile
Lorenzo Insigne con Ciro Immobile (fonte foto GettyImages)
Stando a quanto riferito dal sito LaLazioSiamoNoi.it, molto addentro alle vicende di Formello, Sarri starebbe sognando il colpo a effetto da regalare ai tifosi. La sua prima richiesta a Tare e Lotito sarebbe stato proprio Lorenzo Insigne. Un sogno destinato a rimanere tale? Probabile. Tuttavia, ci sono alcuni elementi che fanno filtrare un leggero ottimismo dalla dirigenza biancoceleste.
L’arma segreta per convincere il folletto di Frattamaggiore sarebbe, nelle convinzioni di Sarri e Tare, l’amicizia che lo lega a Ciro Immobile. Potrebbe essere proprio l’attaccante a convincere Insigne a sposare la causa biancoceleste, oltre alla sua presunta voglia di riabbracciare l’allenatore toscano, un mentore in grado di tirare fuori il meglio dal suo talento.
Dal punto di vista economico, l’affare resta complicato ma non impossibile. Lorenzo si libererà a zero dal Napoli nel 2022 e per rinnovare chiede, stando alle voci, un ingaggio da almeno 5 milioni a stagione più bonus, qualcosa in più rispetto ai 4.5 attuali che De Laurentiis vorrebbe confermare, se non abbassare. Somme importanti che la Lazio potrebbe garantirgli spalmando il contratto su più anni, con l’aggiunta di bonus legati a presenze, gol, assist, risultati.
Restano alcune difficoltà: in primis la volontà del calciatore, che secondo fonti partenopee sembrerebbe desideroso di trovare un accordo con il Napoli. Inoltre, difficilmente il club azzurro lo lascerebbe andar via a zero nel 2022, e per farlo partire quest’estate non accetterà offerte inferiori ai 25/30 milioni.