Euro 2020, “derby della nostalgia” nella cerimonia d’apertura

euro 2020 olimpico
Lo stadio Olimpico di Roma ospiterà la cerimonia di apertura di Euro 2020 (Getty Images)

L’esordio dell’Italia ad Euro 2020 si avvicina, e alla cerimonia d’apertura saranno protagonisti due storici calciatori azzurri.

Sarà Italia-Turchia ad aprire Euro 2020. L’11 giugno sarà il giorno della rinascita, e i protagonisti saranno proprio gli azzurri, che in un Olimpico finalmente pronto a riabbracciare i tifosi, avranno gli occhi addosso di tutta Europa. Sarà il giorno in cui la nazione intera dovrà mostrare tutto l’orgoglio della scelta ricaduta su Roma, luogo in cui inizierà una manifestazione itinerante.

Ecco quindi che crescono i preparativi per la cerimonia d’apertura. Sul cielo della capitale voleranno le frecce tricolore, e il compito di calciare il primo pallone sarà affidato a due leggende del calcio italiano, che si ritroveranno in un luogo in cui hanno dato vita a scontri epici e duelli indimenticabili. Una coppia insolita, che però è il manifesto delle vittorie della nazionale.

Leggi anche: Paura Covid: i calciatori e le squadre vaccinate a Euro 2020

Euro 2020, due leggende per il calcio d’inizio: la scelta degli organizzatori e l’attesa dei tifosi

totti e nesta
Totti e Nesta, avversari in campo, compagni in nazionale (Getty Images)

Servivano due calciatori da notti magiche per dare l’avvio ad Euro 2020. La scelta degli organizzatori è quindi ricaduta su due leggende di casa all’Olimpico. Calciatori che hanno acceso l’entusiasmo dei tifosi azzurri, ma soprattutto biancocelesti e giallorossi. Totti e Nesta saranno presenti infatti all’Olimpico, davanti ai 16 mila spettatori che ritorneranno sugli spalti per assistere al match fra Italia e Turchia.

Leggi anche: Euro 2020, un altro calciatore positivo al Covid: cresce la paura

Toccherà a loro il compito di rendere più emozionante una cerimonia di apertura ancora top secret. Basterà però la presenza dei due campioni ad accendere l’entusiasmo nella prima partita degli azzurri, che avranno una carica in più e sono pronti a strappare i primi tre punti per rendere l’11 giugno un giorno storico dopo il rinvio di Euro 2020 dovuto al Covid.